I 4 Allievi a Zola Predosa

RUBIERA – Ieri le squadre della Ciclistica 2000 Litokol hanno disputato in tutto quattro corse. I Giovanissimi infatti si sono “sdoppiati” e hanno pedalato sia su asfalto che in mountain bike. La truppa stradista si è ben disimpegnata nel Gran Premio Scaviter di Pavullo nel Frignano: i G1 hanno fatto addirittura doppietta, con Rayan Boukrim 1° e Michele Mussini 2°; insieme a loro hanno corso le rispettive prove i G2 Mohammed Boukrim e Nicolò Daolio, i G3 Filippo Russotto e Valentino Plantamura, i G4 Alessandro Vitale e Tiziano Dell’Orco, e il G6 Adam Laghlim. Unica bambina Ginevra Zibana, che era anche l’unica partecipante in assoluto delle G4 e quindi si è portata a casa una bella coppa.

Osadchyi volata 4° posto a Ronco di Gussago

Contemporaneamente, il presidente Ruggero Rivi accompagnava personalmente i G4 Augusto Canovi, Nicolas Ferrari e Gabriele Soncini e il G5 Francesco Giannelli a provare l’esperienza del cross country nella Beltrami Baby Cup di Montecchio Emilia. Ove possibile, la società di Rubiera prova infatti a garantire multidisciplinarietà ai suoi ragazzini, come dimostrato pure dai numerosi allenamenti in pista che gli Esordienti stanno sostenendo nel velodromo di Fiorenzuola.

I 4 Giovanissimi in MTB a Montecchio

A proposito, il direttore sportivo Fabio Ori ieri ha portato i suoi 13-14enni fino in Lombardia, a Ronco di Gussago, per il Memorial Maurigi, una sorta di “Strade Bianche giovanile” per il suo percorso mosso e con sterrati. E la risposta dei giovani corridori è stata positiva. Nei 1° anno sono andati via in tre, che si sono giocati la vittoria: nell’ordine, Andrea Tetoldini (GS Ronco, i padroni di casa) ha prevalso su Nicola Zulberti (Ciclistica Dro) e Giacomo Carlin (Forti e Veloci). A due minuti e mezzo da loro, Oleksandr Osadchyi ha stravinto la volata del gruppo per la quarta posizione. Nello stesso plotone un tenace Matteo Cucinella, mentre Federico Mussini si è fisiologicamente defilato nel finale dopo aver svolto un lavoro da applausi a tirare per lo sprint di Sasha.

Più frammentata la situazione dei 2° anno, una miriade di drappelli ad arrivare alla spicciolata. La vittoria è stata un affare tra Mirko Nembrini (Gazzanighese) e Angelo Berberi (Vallecamonica) con il primo a battere il secondo. La Ciclistica 2000 si è piazzata a metà classifica con Enea Ori, penalizzato da un salto di catena, e Riccardo Veroni. In uno degli ultimi gruppetti Jacopo Loffredo e Leonardo Zanfi.

Anche gli Allievi griffati Litokol hanno portato tutti a termine la propria gara. La Dieci Colli Giovani di Zola Predosa, da 58 chilometri complessivi, è stata terreno di caccia di Kevin Bertoncelli (Madignanese) che ha attaccato sulla salita posta a 10 km dall’arrivo e ha tagliato il traguardo in solitaria. Hanno chiuso nel gruppone i quattro moschettieri guidati da Cinmaya Ferrara: Angelo Zoppi, Federico Zanarini, Alessandro Pedata e Mattia Roncatti.

I podi Giovanissimi di Pavullo con atleti Ciclistica 2000.

Il prossimo weekend, più precisamente domenica 14 maggio, sarà particolarmente significativo per la Ciclistica 2000 Litokol: i Giovanissimi saranno infatti impegnati nel trofeo “Aspettando il Giro a Scandiano” allestito dallo stesso sodalizio in collaborazione con le locali Boiardo e Scandiano, come preludio alla tappa del Giro d’Italia che due giorni dopo (martedì 16) partirà proprio da Scandiano. Non è che le altre squadre saranno inoperose, anzi: lo stesso giorno gli Esordienti saranno ancora fuori Emilia, stavolta in Toscana, per il memorial Rossano Mori, a Pieve Fosciana in provincia di Lucca; Allievi impegnati invece nel modenese, sui 54,6 km lievemente ondulati della Marano-Ospitaletto