REGGIO EMILIA – Alle ore 17.00 di ieri, 12 giugno, al 113 è giunta una richiesta di intervento da parte del proprietario di un terreno sito in zona Canali che segnalava l’intrusione all’interno della una baracca in legno, dove era stata rotta la finestra, posta sul suo terreno.

Giunti sul posto gli operatori delle Volanti hanno preso contatto con l’88enne proprietario, il quale diceva di non passare più molto spesso dal terreno a causa degli acciacchi dell’età. Solo nella giornata di ieri si era recato lì per recuperare alcuni attrezzi che gli servivano a casa e si era accorto che nella baracca che usava come rimessa la finestra era stata danneggiata e qualcuno si era introdotto senza però portare via nulla.

Gli agenti effettuavano un controllo dell’area e rinvenivano 2 cassette di plastica di colore nero e una di colore azzurro, contenenti numerosi bicchieri di plastica trasparente con all’interno un pò di terreno e delle piantine. Venivano inoltre trovate piantine già interrate nel terreno, che venivano estratte e portate insieme alle altre preso gli uffici della Questura per essere analizzate. Le piante hanno tutte le caratteristiche della Cannabis, ma non è ancora stato possibile effettuare test speditivi per accertarne la tipologia. In ogni caso tipologia e quantità della coltivazione fanno presumere si tratti di coltivazione per uso personale. Le piantine sono state sequestrate ed è stata aperta un’indagine contro ignoti.