Giuseppe Reggiani Consigliere delegato all’internazionalizzazione di Unindustria Reggio Emilia

REGGIO EMILIA – Unindustria Reggio Emilia ha ideato e promuove il “Progetto GreenXExport”, che sostiene il percorso di internazionalizzazione sostenibile di cinque imprese con sedi nel reggiano: Clevertech, Cormach, Litokol, Medtronic Italia e Ramex.

Diverse le iniziative in campo: un percorso di incontri di approfondimento, consulenze sulle tematiche collegate e la possibilità per le imprese associate di partecipare – gratuitamente – ad un progetto pilota di sostenibilità o regolarizzazione delle proprie procedure per l’export.

Il progetto pilota – realizzato in collaborazione con Warrant Hub (Tinexta Group) – consiste in un servizio di analisi, posizionamento e assesment e consentirà di monitorare ed implementare il proprio programma di sviluppo sostenibile per arrivare una pianificazione strategica sugli impatti della sostenibilità di filiera e di internazionalizzazione.

“Proseguiamo l’impegno nel campo della sostenibilità – tema di grande attualità – come affermato nella nostra recente assemblea annuale. La corporate social responsability, oltre ad essere un valore, è diventata anche uno strumento fondamentale di successo aziendale sui mercati esteri – ha detto Giuseppe Reggiani Consigliere delegato all’internazionalizzazione di Unindustria Reggio Emilia – Governi, istituzioni e mondo finanziario incentivano percorsi di innovazione sostenibile, penalizzando invece chi non integra questi temi nei propri piani strategici. Ne è un esempio l’impegno assunto dall’Unione Europea verso il raggiungimento dell’obiettivo di neutralità carbonica fissato entro il 2050”.