di Alessia Marconi

Presentazione Unahotels al Circolo Equitazione Reggio Emilia (foto Pallacanestro Reggiana)

REGGIO EMILIA – E’ tra le mura del Circolo Equitazione Reggio Emilia, dopo un anno di assenza, che la Pallacanestro Reggiana ancora targata Unahotels decide di presentarsi alla città, alla stampa, ma soprattutto ai suoi tifosi. Un’estate ricca di avvenimenti, e ancor più di cambiamenti. Già al termine della sfortunata stagione 2022/2023, la partenza del coach artefice della salvezza, Dragan Sakota, pareva quasi scontata. La conferma non ha tardato ad arrivare: l’ingaggio di coach Dimitris Priftis e l’arrivo del nuovo General Manager Claudio Coldebella, sono state le prime mosse della proprietà biancorossa, capitanata sempre dalla presidentessa Veronica Bartoli, dal vicepresidente Enrico San Pietro e dal socio Graziano Sassi.

Presentazione Unahotels al Circolo Equitazione Reggio Emilia (foto Pallacanestro Reggiana)

Un mercato caldissimo quello della Unahotels, tanti addii, a partire dall’amatissimo ormai ex capitano Andrea Cinciarini, fino ad arrivare a Olisevicius e Strautins. Solo due le conferme: Michele Vitali e Alessandro Cipolla, attorno ai quali la campagna acquisti ha lentamente (ma nemmeno troppo) preso forma nel corso dei mesi estivi, con l’arrivo di una stragrande maggioranza di giocatori nuovi. Dagli italiani Uglietti e Chillo, agli americani Galloway e Weber.

Presentazione Unahotels al Circolo Equitazione Reggio Emilia (foto Pallacanestro Reggiana)

Il CERE, luogo che ha sapore di casa per i tifosi biancorossi, ha ospitato la conferenza stampa di presentazione aperta dalla presidente Bartoli:

“Quest’anno io e i miei soci abbiamo deciso di fare tanti cambiamenti radicali, dal vertice ai giocatori. E’ una Pallacanestro Reggiana nuova, una scommessa a tutti gli effetti. Dobbiamo percorrere una strada del tutto nuova per conseguire obiettivi nuovi.”

L’appello di Veronica Bartoli è quello di rimanere uniti, team e città. Non c’è un riferimento specifico alla passata stagione nelle parole della presidentessa, ma l’ombra della retrocessione appesantisce la memoria dei presenti. Tocca poi al vicepresidente San Pietro che rivolge un caloroso benvenuto a tutti i nuovi arrivati in inglese, per farli sentire un po’ più a casa. Un saluto arriva anche dal sempre entusiasta socio Sassi, il quale spiega che vincere dovrà essere il punto fermo soprattutto in questa prima fase in cui i giocatori dovranno diventare squadra a tutti gli effetti.

Segue il GM Coldebella:

“Se c’è qualcosa che ho imparato in questi giorni, è che attorno a questa squadra c’è tanto calore. Questa è una società preparata, che negli anni ha sempre lavorato bene e che investe tanto sul settore giovanile. Il filo conduttore che ci guiderà nel corso di questa stagione sarà l’essere squadra, nelle varie componenti di un club.”

A chiudere la conferenza stampa è coach Priftis:

“Già dai primi momenti passati qui, ho capito che c’è una grande passione, una città intera che si stringe attorno a questo club. Sono molto grato alla proprietà, sono grato di essere qui con tutti voi per poter scrivere nuove pagine della storia di questa società. Non voglio fare promesse o spendere paroloni, perché non è questo il momento e non fa parte del mio modo di fare. Siamo un gruppo completamente nuovo, abbiamo bisogno di trovare il nostro equilibrio e di costruire la nostra chimica. E quando dico “noi” intendo tutti, team e tifosi. Quindi il mio obiettivo, insieme ai miei giocatori, è far si che si realizzino le condizioni perfette per far si che si possa essere tutti assieme una cosa sola.

E’ partita questa mattina la prevendita per la prima amichevole ufficiale, che si terrà come d’abitudine a Castelnovo Monti il 2 settembre, mentre il 1 settembre inizierà anche la campagna abbonamenti, sulla quale il club ha preferito non spendere troppe parole in attesa dell’inizio della stessa.