REGGIO EMILIA – Nella mattinata di ieri due uomini di 61 e 62 anni, in orari e tempi diversi, si sono recati presso il Tribunale di Reggio per adempiere questioni private. Prima di entrare nell’edificio, i 2 sessantenni sono stati fermati dagli addetti alla sicurezza nell’area dove si svolgono i controlli dopo che i segnali d’allarme dei metal detector hanno iniziato a squillare. I Carabinieri di Reggio sono quindi subito intervenuti eseguendo le perquisizioni. Addosso dei due soggetti sono stati rinvenuti un coltello a serramanico della lunghezza complessiva di 19 cm, di cui 8.5 di lama ed un manganello in metallo, “telescopico”, della lunghezza di di 25.5 cm. I 2 uomini sono stati denunciati, in stato di libertà, presso la Procura reggiana con l’accusa di porto abusivo di arma od oggetti atti ad offendere. Le armi bianche sono state sequestrate.