Il presidio di questa mattina davanti alla Prefettura

REGGIO EMILIA – Questa mattina le 3 sigle sindacali Cgil, Cisl e Uil hanno promosso un presidio davanti alla Prefettura di Reggio Emilia per richiedere maggiori responsabilità e maggior sicurezza per prevenire gli infortuni sul lavoro. “Tre infortuni gravissimi, di cui due mortali, in tre giorni. Così non può continuare”. L’ultimo in ordine di tempo riguarda un operaio 68enne deceduto a Guastalla nella mattinata del 6 ottobre. CGIL CISL e UIL denunciano la grave situazione rispetto alla salute e sicurezza nei luoghi di lavoro che si sta verificando nella nostra Provincia. Una denuncia che segue il richiamo fatto nei giorni scorsi dalla Triplice reggiana per un maggior impegno e più responsabilità da parte degli attori istituzionali.

Il presidio di questa mattina davanti alla Prefettura

I tre Segretari confederali stamane hanno quindi incontrato il Prefetto Maria Rita Cocciufa. Gli strumenti per contrastare i continui incidenti mortali sui luoghi di lavoro “ci sono ma bisogna agire a partire dai protocolli: Istituzioni e Associazioni datoriali non possono continuare ad ignorare che siamo nel mezzo di una situazione senza precedenti e che, come tale, merita interventi all’altezza della sua gravità. Dobbiamo fare fronte comune per chiedere al Governo più ispettori sul territorio e miglioramenti organizzativi che mettano gli attuali nelle condizioni di procedere al meglio”.