REGGIO EMILIA – Lutto nel mondo della medicina reggiana. Si è spento a 82 anni il dott. Luciano Armaroli, ex primario di Radioterapia Oncologica presso l’Arcispedale Santa Maria Nuova e tra i fondatori dell’associazione Ascmad Prora, oggi Apro Onlus. Il dottor Armaroli mesi fa era stato colpito da una grave malattia grave. Ieri il decesso.

Armaroli è stato un innovatore riuscendo a far affermare la radioterapia di Reggio Emilia a livello nazionale ed internazionale. A ricordarlo tra i tanti è la d.ssa Nunzia D’Abbiero che ha lavorato con lui a Reggio prima di affermarsi a sua volta come direttore della Radioterapia Oncologica dell’Azienda universitaria di Parma: “Ci ha lasciati un innovatore, un visionario, un medico che è riuscito aportare nel suo ospedale la tecnologia più all’avanguardia per la cura del cancro. Grazie a lui la IRMT (radioterapia a intensità modulata) è arrivata in Italia più di 20 anni fa. Carlo Luciano, è stato un onore averti avuto come ‘capo’, riposa in pace”.