REGGIO EMILIA – Il 22 novembre, la Polizia ha eseguito un ordine di carcerazione emesso lo scorso settembre dalla Procura di Reggio Emilia ai danni di due fratelli di 21 e 20 anni; i due sono stati condannati a scontare una pena di 3 anni e 8 mesi di reclusione per detenzione di sostanze stupefacenti ai fini di spaccio in concorso commesso a Reggio Emilia nel novembre del 2022.

Uno dei due, classe 2003, in particolare, era già noto alla Questura poiché presente in un video trapper, girato nel quartiere Villaggio Stranieri che, nel gennaio 2021, aveva suscitato un significativo allarme sociale tra la cittadinanza reggiana.

I due giovani erano sospettati di avere avviato, al Villaggio Stranieri, una fiorente attività di spaccio. Già nel 2022 la polizia personale aveva perquisto i giovani trovando 420 euro in contanti, delle chiavi e nell’abitazione un ingente quantitativo di sostanza stupefacente: in particolare nella cantina della casa, in piazza Stranieri c’erano poco più di 4 kg di marijuana, 1 kg. e 350 gr. di hashish oltre che 140 gr. circa di cocaina.

Nel mese di agosto in una seconda perquisizione della casa dei due, nel frattempo scarcerati e sottoposti a misure cautelari più blande era stata trovata altra droga, circa 280 gr. di hashish e 100 gr. di marijuana. A seguito di tale ultima operazione i due giovani nuovamente sottoposti a detenzione domiciliare l’avevano violata e si erano allontanandosi dall’Italia, rendendosi di fatto latitanti. I due erano riusciti ad arrivare in Tunisia. Rientrati in Italia sono stati arrestati.