REGGIO EMILIA – Si sono svolte questa mattina le celebrazioni per la festività di Santa Barbara, patrona dei Vigili del Fuoco. Nella Caserma di via della Canalina vi è stato come di consueto il momento più toccante, ovvero, la deposizione della corona floreale alla lapide dei caduti. Hanno preso parte al momento il Comandante Annecchini, il Cappellano Don Emanuele Sica ed il Presidente dell’Associazione Nazionale dei Vigili del Fuoco, Otello Pedroni.
A seguire, nella Basilica della Ghiara, si è tenuta la celebrazione liturgica presieduta dal Vescovo S.E. Giacomo Morandi. Presenti le autorità locali civili e militari, oltre a una folta rappresentanza di personale VF in servizio ed in quiescenza.
Al termine della celebrazione religiosa nel chiostro della Ghiara vi è stata la consegna delle onorificenze al personale che si è contraddistinto per lodevole servizio e per meriti straordinari durante gli interventi di soccorso.
Il Comandante Annecchini nel saluto ai presenti ha ricordato il notevole impegno profuso dal Comando di Reggio Emilia durante l’emergenza alluvionale in Romagna. Inoltre, ha rivolto un ringraziamento particolare al Sindaco di Villa Minozzo, Cav. Elio Ivo Sassi, per il contributo cruciale fornito per l’apertura del presidio rurale di Villa Minozzo, sede strategica per il contrasto al rischio d’incendio boschivo nella zona appenninica della Provincia.


La cerimonia è stata accompagnata da una mostra di automezzi sul sagrato della Ghiara, e di cimeli storici all’interno dei Chiostri.
Dalla Canalina emergono infine i primi dati in merito all’attività svolta nel 2023: oltre 4500 interventi di soccorso tecnico urgente, 2900 istanze di prevenzione incendi trattate e circa 1000 lavoratori e volontari abilitati per la mansione di addetto antincendio.
A fine mese seguirà il consueto bilancio definitivo.