CORREGGIO (Reggio Emilia) – Una vera e propria opera di rigenerazione urbana, con l’obiettivo di trasformare uno spazio chiuso e introverso in un vero e proprio fulcro della vita di comunità, dove è piacevole sostare e vivere ogni giorno i momenti di condivisione.

Questo l’obiettivo dichiarato lo scorso ottobre quando sono partiti i lavori di riqualificazione di piazza Aldo Moro che verrà restituita alla città con la cerimonia di inaugurazione sabato 13 gennaio intorno alle 11. Dalle 7:30 ci sarà in via straordinaria il mercato contadino, che ripartirà regolarmente il sabato mattina a marzo, e a partire dalle 11 i saluti delle autorità ed il rinfresco offerto dal Centro Sociale Espansione Sud con i commercianti del piazzale e del mercato contadino. Accompagnamento musicale a cura della Banda Cittadina Luigi Asioli.

I lavori, durati circa tre mesi, hanno avuto un costo totale di circa 190mila euro, 50mila da bando regionale, 140mila a carico dell’amministrazione. La piazza è stata riqualificata diventando più funzionale al mercato settimanale degli agricoltori e attrattiva per la cittadinanza. Un vero e proprio lavoro di riconnessione e riqualificazione per trasformare quest’area in uno spazio urbano vissuto dalla socialità. 

La dimensione verde ha avuto un ruolo cardine all’interno del progetto, lavorando sia come elemento che valorizza e conferisce qualità estetica al luogo, sia per la gestione e il controllo dei fenomeni atmosferici più intensi. Le aiuole ridisegnano la piazza ma si pongono anche come necessario spazio di respiro nella pavimentazione, aree permeabili che aiuteranno a favorire l’assorbimento anche delle acque reflue meteoriche oltre che ad arricchire il piazzale con delle nuove specie arboree rigogliose e ombreggianti funzionali anche all’abbassamento della temperatura nelle calde giornate estive.

“Siamo felici di potere inaugurare questa piazza importante per la città – ha dichiarato l’assessore all’ambiente Giovanni Viglione – che è molto frequentata dalle famiglie e dai giovani, ma che versava in uno stato di degrado. Questa riqualificazione dà grande importanza alla presenza di alberi, ed offre uno sguardo verso il futuro e crea un ambiente più vivibile, bello, confortevole e ristabilito per dare una giusta importanza alla piazza e a chi ci lavora e vive tutti i giorni. In particolare – ha concluso Viglione – è importante soprattutto la presenza del mercato contadino, che connette una piazza pensata con un taglio ambientale al territorio agricolo fondamentale della storia della nostra città, che trova qui una nuova ed accogliente casa”.