REGGIO EMILIA – Domenica 14 gennaio 2024 per la Diocesi di Reggio Emilia-Guastalla sarà la sedicesima Giornata del Seminario. “Grati al Signore che continua a benedire la nostra Chiesa diocesana chiamando diversi giovani a seguirLo nel ministero ordinato – scrive l’Arcivescovo Giacomo Morandi – desidero alimentare nuovamente la responsabilità che ciascuno di noi ha nell’accompagnare i seminaristi nel corso del loro discernimento, affinché la loro risposta possa essere una consegna gioiosa e libera alla volontà del Signore”.

Nella lettera indirizzata ai presbiteri delle unità pastorali del territorio diocesano dal rettore del Seminario don Paolo Crotti e dal vice-rettore don Alessandro Zaniboni si leggono due inviti alle comunità cristiane. Il primo è a “pregare individuando la forma più adeguata alle differenti situazioni: proporre una o più preghiere dei fedeli, affidare questa intenzione alle persone anziane o malate, invitare alla preghiera personale, organizzare una veglia rivolta ai giovani…”; oltre alla preghiera viene consigliata la testimonianza vocazionale di qualche persona che ha compiuto una scelta di consacrazione.

Il secondo invito è ad accompagnare il cammino di chi è già orientato al presbiterato con il sostegno economico, eventualmente anche nella modalità “Borsa di studio: adotta un seminarista”, consistente nel farsi carico delle spese mensili di vitto e alloggio di un seminarista che ammontano a circa 1.000 euro (10.000 euro annuali). 

Per versare le offerte al Seminario sono possibili due soluzioni: 

–           consegnarle all’economato del Seminario (recapito telefonico 0522.406851);

–           fare un bonifico bancario al Seminario Vescovile di Reggio Emilia sul c/c del Banco BPM, Agenzia 2, Reggio Emilia, Iban IT92 W 05034 12802 000 000 00 2387.

La comunità del Seminario è oggi composta da quindici studenti: Jacopo, 28 anni, Civitanova Marche, propedeutica; Marco, 23 anni, Reggio Emilia, propedeutica; Salvatore, 48 anni, Reggio Emilia, propedeutica; Augustin, 22 anni, Comunità “Regina Pacis”, Costa d’Avorio, I teologia; Charles, 28 anni, Comunità “Regina Pacis”, Costa d’Avorio, I teologia; Alessandro, 25 anni, Reggio Emilia, I teologia; Stefano, 26 anni, Reggio Emilia, I teologia; Manuel, 29 anni, Castelnovo Monti, I teologia; Mattia, 21 anni, Guastalla, II teologia; Marco, 27 anni, Comunità Sacerdotale “Familiaris Consortio”, Reggiolo, III teologia; Luca, 22 anni, Sassuolo, III teologia; Simone, 22 anni, Comunità Sacerdotale “Familiaris Consortio”, Albinea, IV teologia; Luca, 29 anni, Medjugorje, IV teologia; Antonio, 39 anni, Reggio Emilia, V teologia; Francesco, 32 anni, Guastalla, V teologia.