REGGIO EMILIA – Si è spento nel pomeriggio di domenica 14 gennaio a 82 anni Policarpo Guglielmi, per tutti Cirillo. Volto assai noto a Reggio Emilia, già a 13 anni ha iniziato ad appassionarsi al mondo della falegnameria, iniziando come garzone. Successivamente è entrato in servizio all’ospedale Santa Maria, luogo in cui ha lavorato per moltissimi anni come addetto falegname. Assai vicino al mondo ecclesiastico, Policarpo ha partecipato al completamento di varie opere solidali iniziate dal fratello, padre Tiziano Guglielmi, in Rwanda, tra cui la costruzione di un ospedale a Kigali. Era anche fratello di don Luigi Guglielmi, fondatore e primo direttore dell’Istituto diocesano di musica e liturgia “L. Guglielmi” e per tanti anni presidente della Caritas di Reggio Emilia.

I funerali si terranno domani, mercoledì 17 gennaio, partendo alle ore 10:15 dalla camera ardente in via Scaruffi, allestita nel suo laboratorio domestico di falegnameria, come da sue volontà, per la chiesa di San Maurizio. La sua salma riposerà nella cappella di famiglia nel cimitero locale.

Cirillo lascia la moglie Dianella, le figlie Silvia e Cinzia, il genero Lorenzo, i nipoti Edoardo e Beatrice, i fratelli Enrico e Maurizio e i parenti tutti. La famiglia non chiede fiori ma offerta all’Istituto diocesano di musica e liturgia e al Gruppo Rwanda.