BAGNOLO IN PIANO (Reggio Emilia) – Due minori di 15 anni residenti nel reggiano si sarebbero resi responsabili di una serie di gravi condotte penalmente illecite nei confronti di un commerciante a Bagnolo in Piano, in parte riprese anche dalle telecamere dello stesso negozio. Le accuse per entrambi, per cui sono stati denunciati alla Procura minorile di Bologna è di concorso in rapina impropria, furto con strappo, danneggiamento, minacce e tentato incendio.

L’escalation delle condotte delittuose è avvenuto tra il 29 e il 30 dicembre scorso, quando uno due minori era entrato nel negozio, creando confusione, mentre l’amico da fuori guardava compiaciuto e dopo che il titolare era riuscito a farli uscire gli avevano strappato il telefono minacciandolo con parole come: ”Vengo qui con mio padre a picchiarti”.

Anche la moglie del commerciante che aveva inviati ad uscire era stata colpita a un braccio con una grossa pietra. Anche il giorno dopo si erano ripresentati in negozio, uno era entrato e aveva rubato una scatola di petardi e l’altro era rimasto a fare da palo. Il commerciante, accortosi del furto, aveva cercato di fermarlo ma il giovane era riuscito a scappare. Non contenti, nelle ore successive in piu’ riprese erano tornati con dei bastoni e minacciato il commerciante e poi gettato contro la porta una bomboletta spray dandogli fuoco e causandone l’esplosione tanto che aveva danneggiato un’auto in sosta. Tornati anche a notte fonda avevano lanciato un’aspirapolvere contro il negozio e poi fuggiti. L’esercente, che da circa un anno da loro subiva piccoli dispetti, mai sfociati in così gravi reati, ha sporto denunciava consegnando ai Carabinieri di Bagnolo i video delle telecamere e i due minorenni sono stati denunciati.