ALBINEA – Si è svolta nella sede di AIMA ad Albinea la cerimonia di consegna del ricavato dell’evento “Panettone Solidale” organizzato da ATHLETICHEF Ets a favore di AIMA – Associazione Italiana Malattia di Alzheimer Reggio Emilia ODV. Grazie alla generosa partecipazione dei pasticceri di Athletichef, di Accademia dei Maestri, del Lievito Madre, di APEI (Ambasciatori Pasticceri dell’Eccellenza Italiana), del Consorzio del Prosciutto di Parma e dei tanti sostenitori si è potuto conseguire un risultato straordinario che ha permesso di donare la somma di 6.000 euro.

Presenti Simonetta Cavalieri, Presidente di AIMA, Mariagrazia Soncini, Presidente di Athletichef e di alcuni pasticceri, Damiano D’Andrea, della Pasticceria DAVA, Ciro Sieno del ristorante Enigma e Andrea Medici del ristorante Osteria in Scandiano, in rappresentanza dei 40 Maestri Pasticceri dislocati su tutto il territorio nazionale che hanno aderito al nobile progetto.

E’ sempre un grande onore ed una forte emozione poter contribuire con la nostra Associazione a dar vita a questi progetti che aiutano a migliorare la vita alle persone, ha detto Mariagrazia Soncini. Siamo felici di aggiungere un altro importante contributo a favore di AIMA dopo l’evento di settembre 2022. E un ringraziamento di cuore – continua Mariagrazia – lo rivolgo a tutti coloro che hanno reso possibile tutto ciò, ai tanti acquirenti ormai fidelizzati e, soprattutto, ai Maestri Claudio Gatti, Gino Fabbri e Iginio Massari per aver creduto e trasmesso ai loro associati il progetto con tanto amore … e la risposta è stata sorprendente!”.

Ringraziamo di cuore Athletichef e Mariagrazia Soncini, sono state le parole di Simonetta Cavalieri per la generosità e sensibilità con cui sono da tempo a fianco della nostra associazione. Li ringraziamo in particolare per il grande impegno con cui si sono prodigati per questa raccolta fondi natalizia e ringraziamo i tanti donatori che hanno creduto in questa iniziativa e hanno scelto i loro squisiti panettoni d’autore. Per noi è un dono preziosissimo che ci aiuterà a portare avanti le nostre attività a sostegno delle persone con demenza e delle loro famiglie”.