Immagine di repertorio

REGGIO EMILIA – Continua fino a lunedì 29 gennaio 2024, compreso, il divieto di circolazione, nell’area urbana di Reggio Emilia, dei veicoli diesel euro 5 e di quelli dotati del sistema Move-in.

Gli sforamenti delle concentrazioni delle pm10 registrati e le previsioni meteorologiche infatti fanno entrare in vigore ulteriori limitazioni al traffico, come previsto dal Piano Aria integrato regionale (Pair) messo a punto dalla Regione Emilia-Romagna di concerto con i Comuni capoluogo e in accordo con le Regioni della Pianura Padana, per contenere gli inquinanti e migliorare la qualità dell’aria nel difficile – per concentrazioni di Pm10 oltre i limiti consentiti – periodo autunnale e invernale.

Lo stop dei diesel euro 5 e dei veicoli dotati di Move-in si aggiunge a quello già in vigore per i veicoli

– a benzina Euro 0 (pre Euro), Euro 1, Euro 2

– diesel Euro 0, Euro 1, Euro 2, Euro 3, Euro 4

– ciclomotori e motocicli Euro 0, Euro 1

– veicoli a benzina/metano e benzina/gpl Euro 0 e Euro 1

Tali restrizioni si applicano nell’area urbana della città dal lunedì al venerdì dalle ore 8.30 alle 18.30 e in tutte le domeniche.

Visto lo stato di allerta smog è vietato lutilizzo di biomasse legnose(legna, pellet, cippato, altro) per riscaldamento domestico (sempre nel caso non siano l’unica fonte di riscaldamento domestico), nei focolari-caminetti aperti o che possono funzionare aperti e nei generatori di calore con classe di prestazione emissiva fino alla classe 4 stelle comprese.

Si ricorda che è vietata qualsiasi forma di combustione all’aperto (residui vegetali, falò, barbecue, fuochi d’artificio). Vietato inoltre lo spargimento di liquami zootecnici.

Per garantire il rispetto dei provvedimenti vengono intensificati i controlli su tutta l’area urbana da parte della Polizia locale con sanzioni per le inadempienze.