Immagine di repertorio

BAGNOLO IN PIANO (Reggio Emilia) – Da tempo un 41enne reggiano, complice anche il consumo smodato di alcool, maltrattava senza alcun motivo la propria madre. L’ultimo grave episodio è avvenuto a ridosso dell’Epifania quando in preda ad uno stato d’ira ha distrutto a calci e pugni gli arredi e le porte dell’abitazione, minacciando di incendiare casa e di uccidere la mamma, lanciandole anche una bottiglia di birra, fortunatamente schivata.

La signora sarebbe stata ritenuta responsabile di avergli sottratto del denaro. La madre, in una sofferta denuncia, ha raccontato gli episodi di violenza ai carabinieri della stazione di Bagnolo in Piano. Al termine delle indagini, le autorità hanno denunciato l’uomo con l’accusa di maltrattamenti in famiglia aggravati. La Procura di Reggio Emilia, collaborando con i carabinieri bolognesi, ha chiesto ed ottenuto dal Tribunale reggiano la misura cautelare del divieto di avvicinamento alla vittima: non potrà avvicinarsi a meno di 1500 metri dalla donna e non potrà comunicare con lei.