La ricetta medica falsificata sequestrata dai Carabinieri di Scandianp

SCANDIANO (Reggio Emilia) – A distanza di circa 3 mesi si è nuovamente calato nei panni di un medico e si è prescritto dei farmaci attraverso la creazione di una ricetta falsa. La prescrizione realizzata dal 44enne, residente nel comprensorio ceramico, è stata resa assolutamente credibile, con l’apposizione del timbro firma di un vero medico e la falsificazione della firma. I fatti risalgono al pomeriggio di ieri, quando il soggetto, poco dopo mezzogiorno è entrato all’interno di una farmacia del comune di Scandiano con l’intento di acquistare un medicinale tramite una ricetta medica palesemente contraffatta.

Il farmacista, insospettito per alcune anomalie rilevate nella prescrizione, ha richiesto l’intervento dei carabinieri. Arrivati sul posto, le autorità hanno riconosciuto il 44enne, a loro già noto in quanto già denunciato per analoghe ipotesi di reato. Terminate le procedure di identificazione, i carabinieri hanno ritirato la ricetta esibita pochi istanti prima per l’acquisto del farmaco, il cui principio attivo rientra nella tabella delle sostanze stupefacenti. Una volta accertata l’assoluta contraffazione della ricetta medica, l’uomo è stato condotto in caserma ed è stato denunciato con le accuse di falsità materiale commessa dal privato in certificati o autorizzazioni amministrative e sostituzione di persona.

L’uomo era già stato denunciato lo scorso mese di ottobre per analoghe ragioni. In quel caso era stato un medico della Guardia Medica del distretto ceramico a denunciare che presso una farmacia di Scandiano erano state consegnate tre ricette mediche su carta bianca, riportanti il suo timbro ma non emesse da lui.