REGGIO EMILIA – In occasione della Giornata Nazionale di Prevenzione dello Spreco Alimentare, che si celebrerà lunedì 5 febbraio, CIRFOOD, impresa cooperativa italiana leader nella ristorazione collettiva, commerciale e nei servizi di welfare, conferma il proprio impegno verso pratiche e processi virtuosi volti a rendere sempre più sostenibile le proprie attività e supportare le comunità cui si rivolge nel percorso verso stili di vita e consumo più responsabili.

Tale impegno è coerente con la visione dell’impresa “Feed the future”, che guida CIRFOOD nel migliorare la qualità della vita delle persone sensibilizzandole a comportamenti rispettosi del Pianeta e delle sue risorse. In questa direzione, CIRFOOD agisce su due livelli con iniziative mirate, da un lato, educando consumatori e stakeholder nella lotta contro gli sprechi alimentari, dall’altro, restituendo al territorio risorse e dando a tutti la possibilità di accedere a un pasto sano e di qualità, attraverso le donazioni.

Secondo i dati dell’ultima indagine* di Waste Watcher, realizzata nel 2023, ad esempio, il 24% degli italiani intervistati getta gli avanzi di cibo almeno una volta a settimana, contribuendo a sprecare circa 524,1 gr in sette giorni. Tra gli alimenti più sprecati l’indagine rileva: la frutta, le insalate e il pane a causa di acquisti eccessivi rispetto alle reali esigenze delle famiglie e calcoli errati sulla conservazione dei cibi.

L’alleanza con i consumatori e le comunità di riferimento

  • Iniziative contro gli sprechi: Nel 2023, CIRFOOD ha continuato a diffondere tra i più giovani pratiche virtuose di consumo responsabile attraverso diverse iniziative, tra cui attività laboratoriali, e-book e opuscoli formativi. Inoltre, in molti dei 370 comuni italiani in cui CIRFOOD gestisce il servizio di refezione scolastica, è stato distribuito un Kit Antispreco, inclusivo di borsa in tessuto e un dépliant informativo, per portare a casa il pane e la frutta non consumati a scuola.
  • Educazione a stili alimentari responsabili: Attraverso le progettualità di CIRFOOD Education l’impresa si rivolge ad alunne e alunni, insegnanti e genitori al fine di condividere un approccio educativo volto a promuovere stili alimentari corretti e sostenibili, che non generino sprechi.

Inoltre, facendo leva sulle potenzialità della metodologia di gamification, l’impresa ha sviluppato diverse game app per smartphone per approfondire, divertendosi, i contenuti relativi alle tematiche legate alla sana alimentazione, all’importanza dell’origine delle materie prime e della lotta contro gli sprechi alimentari, anche da un punto di vista culturale. L’Applicazione prevede giochi attraverso cui bambini e ragazzi possono imparare divertendosi e mettendosi alla prova attraverso la conquista di trofei, superando i loro record personali e completando tutti i livelli disponibili.

  • Educazione… anche per gli adulti: Per CIRFOOD è al contempo rilevante condividere approcci e indicazioni su abitudini di consumo a “zero spreco” anche tra gli adulti, al fine di contribuire nella diffusione sempre più ampia di una cultura della sostenibilità. Per questo, propone agli utenti dei ristoranti aziendali app, opuscoli, calendari e video informativi sul corretto approccio a un consumo più responsabile.
  • Programmi di formazione aziendale: Nel corso del 2023, CIRFOOD ha proseguito la propria attività volta a diffondere una cultura del consumo responsabile anche all’interno dell’azienda. A questo fine, l’impresa ha fornito percorsi formativi mirati a sensibilizzare le persone CIRFOOD sul tema degli sprechi alimentari.

Accesso al cibo per tutti

  • Donazioni: allo scopo di garantire a tutti l’accesso ad un pasto sano e ridurre gli sprechi alimentari, CIRFOOD collabora con Onlus ed enti caritatevoli in tutto il Paese (i principali Banco Alimentare, Caritas, Last Minute Market) per donare eventuali pasti in eccedenza. Nel corso del 2023, l’impresa ha donato, mensilmente, in media 5.800 pietanze.

Sempre nel 2023, attraverso Regusto, il primo marketplace riservato al non profit per la gestione delle donazioni e la vendita di eccedenze, che sfrutta la tecnologia blockchain, CIRFOOD ha donato, attraverso la piattaforma logistica in utilizzo all’impresa, 3.779 kg di materie prime alimentari ad Associazione Solidarietà e Caritas, con un risparmio di 8.659 kg di CO2e.

  • La solida alleanza con Too Good To Go: La collaborazione, avviata tre anni fa ed estesa oggi a 34 locali CIRFOOD e CIRFOOD Retail, si conferma un’alleanza cruciale nella lotta agli sprechi alimentati. Da avvio partnership da luglio 2020 ad oggi, l’impresa ha recuperato mediante le “Surprise Bag” 40.955 Pasti Salvati, evitando 102.387,5 kg di emissioni di CO2e.