NOVELLARA (Reggio Emilia) – L’origine dei fatti risale al 7 ottobre scorso, intorno alle 23:00 quando un uomo, mentre si trovava nel cortile della propria abitazione a parlare con il figlio, ha visto un suo vicino di casa 21enne avvicinarsi al cancello e chiedergli se stesse parlando con lui. L’uomo ha risposto di no ma, a quanto risulta, il ragazzo avrebbe continuato a rivolgersi a lui in modo aggressivo.

Poi il 21enne si è allontanato per tornare poco dopo con il padre. I due, davanti alla casa del vicino, hanno cominciato ad urlare e spingendo con forza il cancello sono riusciti ad aprirlo. Entrati nel cortile, il 21enne avrebbe afferrato una pala da giardino per poi passarla al padre che avrebbe colpito il vicino al braccio destro.

Il giorno dopo il vicino ha presentato denuncia ai carabinieri di Novellara i quali, avviate le indagini, hanno raccolto elementi di presunta responsabilità nei confronti degli odierni indagati. Con l’accusa di percosse, minacce e violazione di domicilio sono stati denunciati padre e figlio di 21 e 59 anni. Gli accertamenti relativi al procedimento, in fase di indagini preliminari, proseguiranno per i consueti approfondimenti investigativi.

“Fatti e responsabilità penali tutti da verificare – precisa l’avv. Ilaria Bartoli che tutela il padre e il figlio coinvolti nella vicenda – Pure i miei assistiti, da subito, hanno provveduto a tutelare i propri interessi nelle opportune sedi, a seguito delle lesioni subite e le minacce ricevute dal vicino di casa. Trattasi comunque di una vicenda ancora al vaglio dell’autorità giudiziaria, essendo in corso le indagini preliminari, per la quale verrà fatta piena chiarezza soltanto nei prossimi mesi”.