di Nicola Zinelli

REGGIO EMILIA - Partita Reggiana-Ternana finisce 0-2

REGGIO EMILIA – Seconda brutta prestazione casalinga per i granata dopo quella con il FeralpiSalò. Reggiana che dimostra di fare una fatica tremenda contro le squadre di pari livello, dove è chiamata ad imporre il proprio gioco e cercare di vincere. Soprattutto in casa. Non è un caso se tra le mura amiche, Rozzio e compagni hanno giocato 13 gare vinto solo due partite (Venezia e Catanzaro), 8 pareggi e 3 sconfitte. Anche questa volta l’approccio alla partita è stato sbagliato, squadra molle e svagata con tanti errori in impostazione e in fase difensiva. La Ternana si è presentata a Reggio determinata a portare a casa dei punti e c’è riuscita. Squadra ordinata e ben messa in campo che ha imbrigliato il palleggio dei granata. Questa volta lo spartito studiato da Nesta, basato sul possesso palla e sul palleggio, non ha dato i dividendi sperati.
Alle volte bisognerebbe essere più concreti perché non è la prima volta che i granata affrontano in questo modo gli scontri diretti e non riescono ad imporsi, lasciandosi alle spalle tanti rimpianti. Probabilmente c’erano due rigori per i granata, ma è l’ approccio e la scarsa maturità a preoccupare.

Per la sfida odierna Nesta deve rinunciare ai lungodegenti Vergara e Vido (quest’ ultimo ha ripreso in settimana ad allenarsi in gruppo) e gli infortunati Crnigoj e Romagna. Girma deve essere gestito in quanto presenta un inizio di pubalgia. La formazione schierata dal mister laziale vede in porta Bardi; in difesa Sampirisi, Rozzio e Marcandalli; a centrocampo Fiamozzi, Kabashi, Bianco e Pieragnolo; sulla trequarti Antiste e Kabashi; in attacco Gondo.
Brutto primo tempo della Reggiana. Squadra molle e svagata che commette tanti errori sia in fase di impostazione che in quella difensiva. Le prime avvisaglie si vedono già al 2° minuto con la prima conclusione della gara che è della Ternana. Favilli tira dal limite ma Bardi para sicuro. Le Fere sono messe bene in campo e gestiscono bene la sfera e al 9° minuto passano in vantaggio. Brutta respinta da parte di Sampirisi, la palla arriva a Sgarbi che di sinistro al volo trafigge un incolpevole Bardi. I ragazzi di Nesta non si scuotono e gli ospiti ci provano. Passano 3 minuti Bianco si addormenta a centrocampo Luperini gli ruba la sfera e serve Favilli che tira di prima intenzione costringendo Bardi a deviare con la punta delle dita in corner. Al 16° raddoppia la Ternana ma il gol viene annullato per posizione irregolare di Luperini all’inizio della azione.
Il pubblico mugugna giustamente e cerca di scuotere la squadra. Alla mezz’ora Pieragnolo scambia a centrocampo con Gondo e scatta in contropiede, arrivato in area lascia partire un tiro che termina fuori dallo specchio della porta. Sono sempre gli ospiti ad essere padroni assoluti del campo. Al minuto 31 Favilli riceve palla al limite dell’area e tira di prima intenzione ma la palla che termina di molto sopra la traversa. Passa un minuto e Antiste riceve palla al limite dell’area da Gondo e tira di prima intenzione ma il cuoio termina abbondantemente sopra la traversa. Al 44° Ternana vicino al raddoppio: traversone di Pereira per l’ inserimento di Carboni che, tutto solo in area, spedisce di testa la palla di pochissimo sopra alla traversa. Passa un minuto e Favilli dal limite dell’ area calcia la sfera ma Bardi blocca sicuro. Finisce il primo tempo con la Reggiana sommersa dai fischi.

Nel secondo tempo Rozzio e compagni sono più volitivi ma non riescono a creare grattacapi agli ospiti. Al 53° Bardi devia in angolo un tiro di Pereiro. Una Reggiana confusionaria spinta più che altro dalla forza di volontà cerca il pareggio. Al minuto 59 da calcio d’angolo Rozzio colpisce di ma Iannarilli blocca facile sulla linea di porta. Passano due minuti e Kabashi calcio una punizione con la palla sfiora la traversa. Gli ospiti si difendono in modo ordinato e al 75° raddoppiano: percussione di Faticanti che entra in area e serve Raimondo che deve solo spingerla in rete. La Reggiana accusa il colpo e rischia di prendere il terzo gol all’84. Da una palla tesa in area svetta su tutti Luperini che colpisce di testa mandando la sfera di pochissimo sopra alla traversa. Passa un minuto e Girma viene atterrato in area e l’arbitro fischia rigore, ma dopo un lungo consulto al Var viene annullato.
Termina la partita e il pubblico non ha neanche la forza per fischiare questa pessima versione di Reggiana. Prossima partita sabato 24 febbraio trasferta a Brescia.