CAMPAGNOLA EMILIA (Reggio Emilia) – Un 20enne residente in un comune della bassa reggiana è stato denunciato dai carabinieri della stazione di Campagnola Emilia con l’accusa di porto di armi od oggetti atti ad offendere. L’altra notte intorno alle 3, il giovane si trovava in Piazza Roma a Campagnola, all’interno dell’auto con altri due amici quando, durante un controllo operato dai carabinieri, è stato sottoposto ad accertamenti più approfonditi alla luce dell’atteggiamento di sospetta preoccupazione percepita dai militari. L’esito dei controlli ha portato a rinvenire nell’auto una mazza da baseball della lunghezza di 82 cm di cui uno dei tre ha dichiarato la paternità non fornendo tuttavia alcuna giustificazione sui motivi che lo avessero indotto a portarsela dietro.

In relazione a quanto accertato i militari hanno condotto l’uomo in caserma e al termine delle formalità di rito lo hanno denunciato alla Procura della Repubblica con le accuse di porto di armi od oggetti atti ad offendere. Contestualmente i militari hanno proceduto al sequestro della mazza illecitamente posseduta.