VENTASSO (Reggio Emilia) – Momenti di paura questa mattina nell’appennino reggiano dove un bambino di soli 4 anni ha tenuto col fiato sospeso mamma e carabinieri dopo essere sparito improvvisamente nel nulla mentre, durante una passeggiata con la madre, si è messo a rincorrere il proprio cane finito all’interno di un’area boschiva.

Dopo autonome ricerche, condotte senza esito, è stata la stessa mamma poco prima delle 10.30 di questa mattina a lanciare l’allarme ai Carabinieri di Ramiseto che sono subito intervenuti allertando il 112 dei carabinieri della compagnia di Castelnovo Monti per attivare i soccorsi. L’operatore in servizio al 112 ha immediatamente allertato la macchina dei soccorsi. E mentre Vigili del fuoco con elicottero e personale del Soccorso Alpino unitamente al personale sanitario si apprestava ad intervenire, i carabinieri di Ramiseto avviate le ricerche unitamente alla madre, dopo una mezzoretta hanno localizzato il piccolo che risaliva da un’ area boschiva verso la strada. Il bambino scalzo, avendo perso le scarpe nel bosco, e con i piedi bagnati, per aver attraversato un ruscello, è apparso in buone condizioni di salute seppur impaurito e con alcuni leggeri graffi sul volto probabilmente causato dai rovi.

In attesa di essere assicurato ai controlli medici dei sanitari inviati dal 118 (sul posto automedica di Castelnovo Monti Croce Verde di Busana) mamma e carabinieri hanno cercato di tranquillizzare il piccolo che, in attesa dei soccorsi, ha giocato nella macchina dei carabinieri indossando il capello del maresciallo.