REGGIO EMILIA – Con l’intento di rafforzare e promuovere la qualità e pluralità del sistema culturale cittadino, dal centro ai quartieri, in coerenza con il Documento Unico di Programmazione 2024-2026 il Comune di Reggio Emilia rinnova anche quest’anno il Bando Cultura #RE24 rivolto ai soggetti del Terzo Settore che operano nel territorio del Comune di Reggio Emilia  per sollecitare tramite avviso pubblico la presentazione di progetti culturali, finanziati per un totale di 115.000 euro, grazie al contributo di Iren S.p.A.

“Il Bando Cultura – dichiara l’assessora alla cultura Annalisa Rabitti – rappresenta una grande opportunità per la nostra città, è un modo concreto per mettere al centro la cultura in una città dove la cultura è anche la cultura dei diritti. Attraverso questo bando, che dal 2020 ha erogato in un triennio circa 400 mila euro, cerchiamo di fornire un sostegno concreto a tutte le realtà e associazioni del territorio, invitandole a sperimentare nuove forme di relazione tra l’arte e la cittadinanza. L’invito quest’anno è anche quello di ideare progetti che si inseriscano nelle zone della nostra città che sono piene di complessità, come ad esempio la zona stazione, e progettare iniziative che diventino un mezzo per riflettere ed esprimersi. Chiediamo agli enti del Terzo settore e alle associazioni culturali, il cui lavoro è molto importante e prezioso per la città, di aiutarci ed immaginare strade e prospettive nuove.”

Il bando prevede la concessione di contributi a sostegno di progetti e attività culturali.

Sono nove i temi attraverso cui si articola l’invito del Comune di Reggio Emilia ai soggetti del Terzo Settore a presentare iniziative di promozione culturale: Cultura per tutti per una società che favorisca l’accoglienza; Sviluppo intelligente per promuovere una realtà cittadina basata sulla conoscenza, sull’innovazione e sulla creatività; Spazio Pubblico come spazio performativo per sviluppare una cultura sempre più diffusa; Produzione di arte pubblica e collettiva; Diritto alla bellezza come chiave attorno alla quale si costruisce, partendo dalla cultura, dall’arte e dalla creatività, una nuova idea di coesione sociale, d’innovazione e di sviluppo economico. E ancora Reggio Emilia città senza Barriere in quanto “città di tutte le persone” che apre alle differenze, includendo le persone fragili e facendone un punto di forza nelle proprie politiche di innovazione; Cultura dei diritti per azioni ed eventi culturali, finalizzati alla promozione della cultura delle pari opportunità con particolare attenzione alla cultura del rispetto e delle differenze di genere, culturali e sociali; Cultura come sostenibilità richiamando il principio del “leaving no one / and nothing behind” (Non lasciare indietro nessuno), motto dell’Agenda ONU 2030; Cultura dei cento linguaggi ossia capacità di progettare con i bambini e le bambine.

Le candidature possono prevedere molteplici attività, quali esposizioni, incontri, conferenze, spettacoli, attività di informazione/formazioneprodotti editoriali e video nei settori delle arti visive e performative, della musica, della danza, del cinema e dell’audiovisivo, della ricerca e documentazione locale, della conservazione e valorizzazione del patrimonio culturale.

Esse dovranno perseguire come obiettivi prioritari: la valorizzazione del patrimonio culturale di Reggio Emilia anche in chiave di marketing territoriale, il sostegno della produzione culturale e creativa nei diversi ambiti disciplinari, estendere la programmazione per tutto l’anno solare, lo stimolo al protagonismo delle organizzazioni locali no profit, l’ampliamento dell’offerta culturale della città e la diffusione nei quartieri, la partecipazione dei cittadini, l’integrazione di giovani, anziani, persone con disabilità, persone con fragilità sociale o economica nella fruizione e partecipazione a percorsi-progetti interculturali e intergenerazionali. Le proposte potranno promuovere la conoscenza della normativa antidiscriminatoria con una attenzione alla cultura del rispetto delle differenze di genere e fragilità. La nuova edizione del Bando Cultura è finalizzata inoltre a sostenere progetti culturali e creativi di natura multidisciplinare, per favorire la vivibilità di aree urbane socialmente complesse, come la stazione centrale per ridurre il disagio giovanile.

Le candidature potranno essere presentate a partire dalle ore 10.00 del 22 febbraio 2024 fino alle ore 10 del 18 marzo 2024, solo ed esclusivamente in modalità telematica compilando il modulo online   

disponibile sul portale istituzionale del Comune di Reggio Emilia al seguente link:

https://comune-re.elixforms.it/rwe2/module_preview.jsp?MODULE_TAG=CULT_004

I progetti pervenuti saranno valutati da una commissione che assegnerà un punteggio numerico in base ai criteri di valutazione identificati dal bando e dovranno essere stati avviati a decorrere dal 01/01/2024 e concludersi entro il 31/12/2024.

La graduatoria dei progetti ammessi a contributo sarà pubblicata entro il 13/04/2024

INFORMAZIONI: L’avviso pubblico è disponibile sul sito del Comune di Reggio Emilia (www.comune.re.it/cultura) Per informazioni sul bando e per supporto nella compilazione della procedura di presentazione del bando: Servizi Culturali del Comune di Reggio Emilia e-mail: cultura@comune.re.it – telefono: 0522 456032 oppure 456505.