Reggiana Boxe Olmedo - Reggio Emilia - da sinistra Riccardo Figus, Giacomo Giannotti, Mouchine Sabri e il maestro Michael Galli
da sinistra Riccardo Figus, Giacomo Giannotti, Mouchine Sabri e il maestro Michael Galli – Reggiana Boxe Olmedo – Reggio Emilia

Un weekend di grande pugilato quello che ha visto impegnato il campione reggiano Giacomo Giannotti con la Nazionale italiana a Lignano Sabbiadoro (Udine) per la terza edizione del Torneo delle Aquile. Il nostro ‘White Jack’ non solo ha sbaragliato gli avversari del suo peso (63,5 kg) ma ha anche vinto la coppa di miglior pugile del torneo. In questa competizione il comitato del Friuli ha scelto di far incrociare i guantoni a quattro selezioni: la Nazionale italiana, quella croata, quella portoghese e quella della Polizia di Stato italiana. Giannotti, dopo aver surclassato il campione croato il venerdì boxandolo sul tempo, ha affrontato l’avversario portoghese incrociando i suoi colpi con potenti ganci destri e costringendolo a un ritmo asfissiante. Infine, nella finale di sabato, il nostro Giannotti ha incontrato il campione italiano uscente della categoria Youth (under 19). Il guantone reggiano, nonostante si trovasse davanti un avversario molto tecnico (Bilal Boussadra), ha saputo scegliere la tattica migliore assieme al suo angolo guidato dal maestro Michael Galli. La corta distanza gli ha permesso di fare contare l’avversario già alla seconda ripresa, che dopo aver subito un brutto colpo dal campione reggiano ha deciso di abbandonare: vittoria per ko.

Fuori torneo inoltre si sono esibiti anche Riccardo Figus e Mouchine Sabri. Per il primo, che si è trovato di fronte un tosto pugile vicentino fisicamente più imponente, è bastato scegliere bene il tempo di entrata e uscita per evitare i colpi dell’avversario e vincere il match con eleganza. Mentre Sabri, che ha fatto un bellissimo match, ha dovuto accorciare la distanza e non è stato premiato quanto avrebbe potuto: parità per lui.