REGGIO EMILIA – La vittima, una donna di 66 anni, il 4 dicembre scorso, si è presentata alla stazione dei carabinieri Santa Croce per denunciare un furto nella sua abitazione. In sede di denuncia ha raccontato che due giorni prima un suo conoscente, un uomo di 32 anni, le aveva fatto visita accompagnato da una amica, una 19enne. Quando i due hanno lasciato l’abitazione la donna si accorta che il suo portafogli era sparito. Dopo circa un’ora ha sentito suonare il campanello e aprendo la porta non ha trovato nessuno ma ha visto il suo portafoglio per terra nel cortile, nel quale però mancavano 20 euro ed il bancomat. Dall’estratto conto risultava poi che erano stati fatti due prelievi per la somma totale di 1.100 euro. La donna ha fornito una dettagliata descrizione della coppia ai carabinieri che avviato le indagini riuscendo ad acquisire importanti elementi che hanno portato all’identificazione degli autori del furto.

Per questi motivi con l’accusa di furto in abitazione in concorso e indebito utilizzo di carta di creditoi carabinieri hanno denunciato alla Procura un uomo di 32 anni ed una ragazza di 19 anni, entrambi residenti nel piacentino. Il procedimento, in fase di indagini preliminari, proseguirà per i consueti approfondimenti investigativi al fine delle valutazioni e determinazioni inerenti all’esercizio dell’azione penale.