di Matteo Benevelli – Meteo Reggio

REGGIO EMILIA – l ciclone “Emil” si sposta leggermente verso sud, ma con la sua rotazione antioraria convoglia ancora correnti di scirocco dentro la Pianura Padana con le conseguenti piogge a corredo che ci accompagneranno anche nella prima giornata di primavera meteorologica.
Piogge che potrebbero ancora una volta alimentare i nostri corsi d’acqua e la riattivazione di movimenti franosi.

Ecco il testo trasmesso al Coordinamento di Protezione Civile:

Le piogge cadute incessantemente in questi giorni stanno saturando sempre di più il nostro suolo. Le condizioni di stazionarietà del ciclone che continuano a produrre piogge sulla nostra Provincia possono creare degli scenari di rischio, soprattutto di natura idrogeologica.

Per tale ragione è stata emessa una nuova allerta meteo “Arancione” dall’Agenzia per la sicurezza territoriale e la protezione civile e da ARPAE che interesseranno gran parte del reggiano.

Vediamo il dettaglio zona per zona:

🟠 PIANURA e CITTA’
Su tutta la zona abbiamo allerta meteo “Arancione” per il possibile transito di onde di piena nei fiumi e torrenti in discesa dalla montagna e dalla collina. Piogge continue interesseranno l’area con possibile rischio di allagamento di scantinati, anche se gli accumuli non saranno troppo ingenti. Attenuazione dei fenomeni in serata.

🟡 COLLINA e PEDECOLLINARE
A sud della via Emilia l’allertamento scende a “giallo”, ma alle piene si aggiunge il rischio di attivazione di movimenti franosi dovuti al ruscellamento e l’erosione delle piogge. Possibile ingrossamento anche dei corsi d’acqua minori. Possibile tregua o attenuazione delle piogge tra la tarda mattinata ed il primo pomeriggio, ma con un nuovo impulso instabile successivo.

🟠 MONTAGNA
Sui tre Comuni della montagna lo scenario di rischio torna di colore “Arancione” per una questione legata a possibili frane o smottamenti dovuti al ruscellamento delle acque meteoriche e la fusione della neve al suolo. Queste acque potrebbero ingrossare i corsi d’acqua e portare al transito di moderate onde di piena nell’Enza e nel Secchia, così come nei corsi d’acqua minori.