REGGIO EMILIA – Poco prima delle 14.00 di ieri durante un controllo del territorio una pattuglia della sezione radiomobile della compagnia di Reggio Emilia ha notato in via Monsignor Tondelli un giovane in atteggiamento sospetto mentre scambiava qualcosa con un’altra persona. Alla vista dei carabinieri l’uomo ha gettato per terra un involucro ma è stato subito bloccato dai militari anche se con qualche difficoltà vista la resistenza dell’uomo che ha spintonato più volte gli agenti. L’involucro buttato in terra è poi risultato essere una dose di crack, mentre addosso all’uomo sono state trovate altre 6 dosi di crack e denaro contante. Spacciatore e cliente sono stati quindi condotti in caserma.

Con l’accusa di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti e resistenza a pubblico ufficiale i carabinieri hanno tratto in arresto un disoccupato 26enne nigeriano domiciliato a Reggio Emilia. Questa mattina doppo la convalida dell’arresto, in attesa del processo, all’uomo è stata applicata la misura cautelare del divieto di dimora nel comune di Reggio Emilia.