di Matteo Benevelli

Una nuova perturbazione ci tornerà a far visita nella giornata di domenica 3 marzo e per tale ragione è stata emessa una nuova allerta meteo “Arancione” 🟠 valida su parte del nostro territorio.
Il quadro generale migliora leggermente, nella giornata di oggi avremo una tregua dalle piogge incessanti della settimana che stiamo per lasciarci alle spalle. Una settimana che ha visto il ciclone “Emil” convogliare flussi di Scirocco verso la nostra Provincia. Sono diversi i piccoli movimenti franosi che si sono attivati per l’appesantimento del suolo, così come diversi sono i corsi d’acqua che hanno dato segni di nervosismo. Fortunatamente senza conseguenze.

La nuova perturbazione che è in arrivo dall’atlantico, però, potrebbe dare nuova linfa ad un quadro instabile già attivo. Per tale ragione è stata emessa dall’Agenzia per la sicurezza territoriale e la protezione civile e da ARPAE una nuova allerta 🟠 “Arancione” che interesserà anche la nostra Provincia nella giornata di domenica 03 marzo.

Ecco cosa ci dobbiamo aspettare sul reggiano:

🟡 PIANURA e CITTA’
Su questa porzione di territorio avremo un’allerta meteo “gialla” rigurdante il transito di onde di piena da parte dei corsi d’acqua in discesa dall’Appennino. Le piogge attese nella seconda parte della giornata potrebbero portare alla formazione di nuove onde con superamento di soglia 1. Attesa una forte ventilazione da est dal pomeriggio, ma non tale da determinare un allertamento.

🟡 COLLINA e PEDECOLLINARE
Su questo settore all’allerta meteo “gialla” per il passaggio di onde di piena, si somma quella legata al dissesto idrogeologico. Diversi movimenti franosi sono in atto nel reggiano e altri potrebbero innescarsi a seguito delle precipitazioni passate e delle nuove attese. Il ruscellamento è ancora in atto e non si arresterà prima di qualche giorno. Nel pomeriggio è atteso un rinforzo della ventilazione, che raggiungerà livello di burrasca moderata (62-74 Km/h), specie sulla Pedecollinare.

🟠 MONTAGNA
In questa zona l’allerta sale a livello “Arancione” poichè le forti piogge in arrivo e quelle appena lasciateci alle spalle avranno ripercussioni sui movimenti franosi in atto e di possibile nuova attivazione. Le precipitazioni potrebbero assumere carattere nevoso dalla seconda metà del pomeriggio fino a quote di 1.200/1.300 metri. Il ruscellamento delle piogge oltre all’erosione e alla lubrificazione delle frane, potrebbe far ingrossare i corsi d’acqua principali e secondari. Attesi venti di burrasca moderata (62-74 Km/h), con possibili raffiche di intensità superiore lungo il Crinale.

Per approndimenti: METEO REGGIO