CORREGGIO (Reggio Emilia) – Ieri, 5 marzo, poco prima delle 12.00 una pattuglia dei carabinieri ha notato in Via Argine a Correggio un’auto ferma in un parcheggio la cui targa risultava inserita nella “black list” dei varchi con nota investigativa ed hanno così deciso di effettuare un controllo sul conducente che però alla vista dei carabinieri ha ingranato la marcia partendo a tutta velocità speronando violentemente l’auto dei militari per riuscire a fuggire. Nonostante il contraccolpo dato dal forte impatto gli uomini dell’arma sono riusciti a scendere e a bloccare l’automobilista e gli altri occupanti dell’auto, quest’ultimi risultati poi estranei alla condotta avuta dall’uomo alla guida. L’ispezione sul mezzo ha poi portato a rinvenire, nell’alloggiamento sotto al bracciolo centrale, circa .2000 euro in banconote di vario taglio la cui provenienza è ora al vaglio dei carabinieri.

I militari a causa della collisione sono ricorsi alle cure mediche riportando una prognosi di 5 giorni, mentre la loro auto ha riportato danni per circa 5000 euro. Per questi motivi con le accuse di resistenza a pubblico ufficiale, danneggiamento aggravato e lesioni personalii carabinieri hanno tratto in arresto un 37enne residente a Correggio, ristretto al termine delle formalità di rito a disposizione della Procura di Reggio Emilia. Il relativo procedimento, in fase di indagini preliminari, proseguirà per i consueti approfondimenti investigativi al fine delle valutazioni e determinazioni inerenti all’esercizio dell’azione penale.