Bilancio Fondazione Reggio Children 2023 e nuovi progetti 2024
Cda Fondazione Reggio Children – da dx Contini, Cooper, Zizzo, Rinaldi, Goethson, Foracchia, direttore Fabbi

REGGIO EMILIA – Il consiglio di amministrazione ha approvato il bilancio 2023 in pareggio con ricavi oltre 1 milione di euro, di cui entrate da partner di progetto per circa 690 mila euro. Oltre ai diversi importanti progetti portati avanti con i partner, Fondazione Reggio Children controlla la società Pause – Atelier dei Sapori e gestisce il progetto Remida – Centro di Riciclaggio Creativo con Istituzione Scuole e Nidi d’Infanzia del Comune di Reggio e Iren. Fanno parte del cda i consiglieri e le consigliere Annamaria Contini, direttrice Desu-Unimore, Margie Keith Cooper, Serena Foracchia, Harold Goethson, Giuseppe Zizzo, oltre alla presidente.

“Sono stati anni di svolta, questi, per Fondazione Reggio Children, nonostante la crisi delle attività in pandemia. – ha detto la presidente Carla Rinaldi nella sua relazione – Dagli eventi del Decennale, alla presentazione della Carta per l’Emergenza educativa, fino al progetto con The LEGO Foundation, la nostra è stata una svolta sul piano dei contenuti e dell’identità. Dal 2024, rafforzeremo la nostra presenza internazionale grazie a nuovi progetti di solidarietà e ricerca, soprattutto nelle aree problematiche del mondo”. 

Ex Caffari, fondazione Reggio Children
ex Caffarri a Reggio Emilia – Foto Fondazione Reggio Children

Gli incontri sono stati anche l’occasione per ringraziare il precedente direttore di Fondazione Reggio Children, Giuseppe Zizzo e presentare il nuovo direttore generale, Cristian Fabbi, nominato a fine 2023, in seguito alla selezione con avviso pubblico avvenuta nei mesi scorsi. Cristian Fabbi ha una pluriennale esperienza dirigenziale nei servizi per l’infanzia, da ultimo come direttore dell’Istituzione Scuole e Nidi d’Infanzia del Comune di Reggio Emilia, ed è esperto internazionale e consulente Unicef in Early Childhood Development. È presidente di Reggio Children srl.

Continua il progetto PER con The LEGO Foundation su gioco e apprendimento, iniziato lo scorso novembre, che prevede entro il 2026 la partecipazione di 30 mila insegnanti ed educatori e 40 mila bambine e bambini in tutto il mondo. È alla sesta edizione Abitare il Paese con il Consiglio Nazionale Architetti PCC, che ogni anno coinvolge cinquemila studenti da 6 a 18 anni in 200 scuole di tutta Italia e verte su urbanistica, architettura e città educanti. Verrà allestito lo spazio riqualificato all’Ex Caffarri che sarà un luogo di ricerca su educazione di qualità, solidarietà, digitale e sostenibilità a partire dai laboratori di Fondazione Reggio Children e quelli di Remida, che coinvolgerà anche il dottorato Reggio Childhood Studies, avviato nel 2019 con Desu – Unimore, che ad oggi ha già selezionato 48 dottorandi e che emetterà un nuovo bando nell’anno in corso.