di Ugo Pellini

REGGIO EMILIA – L’incauta e vecchia autorizzazione ad abbattere sette grossi alberi sani a Codemondo, impugnata giuridicamente da chi li accusa di provocare le crepe alla sua abitazione, per un cavillo burocratico è rimasta giuridicamente valida, ma è in scadenza. Chi vuole togliere di mezzo le piante per questo motivo, vuole affrettare i tempi e intende eseguire la sentenza lunedì 18, creando un caso forse unico in Italia. Cinque condomini contrari a questo programmato e inutile scempio, avvalendosi di un atto successivo del Comune dopo la riunione della Consulta verde, si sono rivolti ad un avvocato che ha spedito una formale diffida all’Amministratrice del condominio “affinché non si proceda all’abbattimento degli alberi condominiali”.

L’autorizzazione risulta “nella sostanza e nel merito implicitamente superata e contraddetta dalla successiva evoluzione della vicenda” -scrive il loro avvocato- “In difetto di adempimento i condomini dissenzienti chiederanno il risarcimento danni per il deprezzamento delle loro singole unità abitative”. Al Comune chiede poi “di procedere in via d’urgenza al riesame della autorizzazione del 3 marzo 2023, con conseguente emissione di ogni più opportuno provvedimento in via di autotutela”. Con un’interpellanza in Consiglio Comunale anche l’avv. Bassi ha richiesto la sospensione dell’esecuzione.

In attesa di una “soluzione formale positiva a favore degli alberi”, che, come recita il Regolamento comunale del verde, sono patrimonio di tutti, alle 8,00 di lunedì, in solidarietà ai condomini che si oppongono al taglio, come cittadini, e tra questi chi scrive, cercheremo di impedire l’avvio delle motoseghe. Ci sarà un presidio nel parcheggio dove vegetano le “vittime innocenti”, con delucidazioni su questa triste vicenda e sull’importanza e il valore delle piante. Sono invitati ad aderire e partecipare tutti i cittadini cui sta a cuore il destino di questi alberi; si dovrebbero esprime gli inascoltati membri della Consulta comunale del verde, le forze politiche, i quattro candidati sindaci e l’assessora Bonvicini.  Appuntamento a Codemondo, condominio I Platani, via Teggi 56, dalle 8.