Kammerchor (foto Jens Meisert)

REGGIO EMILIA – C’e attesa per il concerto di martedì 19 marzo al Teatro Municipale Valli con Kammerchor e Barockorchester Stoccarda, diretti da Frieder Bernius, per la grande Messa in si minore – la più celebre, assieme alle Passioni, delle composizioni sacre di Bach – considerata un monumento musicale di dimensioni imponenti. In essa orchestra, coro e voci soliste (David Allsoppcontralto, Jo Holzwarthtenore, Florian Justbasso) fanno uso di una varietà di stili e tecniche antiche e moderne, dalla fuga alla scrittura mottettistica, dal doppio coro alle arie, dai duetti al lamento. Una creazione che, come ha scritto il musicologo Alberto Basso, “sposa due riti e due confessioni e fonda in un unico corpo le due grandi espressioni del pensiero cristiano, la teologia della gloria di ascendenza cattolica e la teologia della croce di ascendenza luterana”.
Questo capolavoro è un simbolo di complessità e modernità nella sua partitura, richiedendo un ensemble vocale e strumentale di straordinaria virtuosità. Bach dedicò anni alla sua composizione, lavorando instancabilmente dal 1720 fino all’anno precedente alla sua morte nel 1750. Il manoscritto autografo è stato insignito del titolo di Patrimonio dell’Umanità dall’Unesco, riconosciuto come un documento di inestimabile valore per la conservazione della memoria collettiva dell’umanità.

L’autorevolezza di Frieder Bernius ha ricevuto grandi consensi in tutto il mondo; è richiesto a livello internazionale sia come direttore d’orchestra sia come insegnante. Frieder Bernius è il direttore artistico del Kammerchor Stuttgart, della Barockorchester Stuttgart, della Hofkapelle Stuttgart e della Klassische Philharmonie Stuttgart. La pietra miliare della sua eccezionale carriera risiede nella fondazione del Kammerchor Stuttgart nel 1968, che velocemente è divenuto uno dei principali ensemble del suo genere. La creazione della Barockorchester Stuttgart e della Klassische Philharmonie Stuttgart nel 1991 testimonia la versatilità stilistica di Frieder Bernius. Mentre la Barockorchester si concentra sull’esecuzione di musica del XVIII secolo con strumenti d’epoca, la Klassische Philharmonie esegue brani dal XIX al XXI secolo con strumentazione moderna. La nascita della Hofkapelle Stuttgart nel 2006 ha infine dedicato un ensemble alla musica del XIX secolo.