REGGIO EMILIAÈ successo ieri mattina intorno alle ore 11 all’interno del Palazzo di Giustizia di Via Paterlini a Reggio Emilia. I carabinieri sono intervenuti nella zona di ingresso, area dove si svolgono i controlli delle persone, in quanto gli addetti al controllo avevano fermato un uomo che con il suo passaggio aveva attivato l’allarme del metal detector.

Il 34enne, fermato e identificato dai carabinieri, in effetti deteneva un coltello a serramanico, di 19 centimetri di cui 9 di lama, occultato all’interno del proprio marsupio

Con l’accusa di porto abusivo di armi od oggetti atti ad offenderei carabinieri intervenuti hanno denunciato l’uomo alla Procura della Repubblica sequestrando il coltello che possedeva.