MONTECCHIO EMILIA (Reggio Emilia) – Tutto ha origine il 6 febbraio scorso, quando la vittima, ha parcheggiato il suo furgone in via Galileo Galilei di Montecchio Emilia. Poco dopo, nel riprendere il furgone, si è accorto che il portellone posteriore era aperto ed era stato forzato fortunatamente senza asportare nulla dal suo interno. La vittima ha quindi sporto denuncia ai carabinieri di Montecchio che hanno avviato le indagini partendo dalle immagini di videosorveglianza della zona.

Dalla visione dei video, si riusciva a visualizzare chiaramente l’esatta dinamica del tentativo di furto, e cioè una macchina posizionata vicino al furgone dalla quale scendeva un passeggero che con un oggetto contundente riusciva ad aprire il portellone.

Ma il sopraggiungere di alcuni passanti faceva desistere l’uomo che risaliva in auto atteso dal complice alla guida.

L’accurato controllo delle immagini video ha permesso ai militari di estrapolare il fermo immagine con la visione nitida del volto dell’uomo che aveva forzato il portellone e che è stato riconosciuto dai carabinieri. I militari sono riusciti inoltre ad estrapolare il numero di targa dell’autovettura e risalire all’intestatario del veicolo, una donna, che sentita dai militari però non dava informazioni su chi avesse in uso il veicolo nella circostanza. A seguito di approfonditi accertamenti, i militari hanno acquisito nei confronti dell’uomo e della donna, elementi di presunta responsabilità in ordine ai reati contestati

Per questi motivi i carabinieri di Montecchio Emilia hanno denunciato alla Procura di Reggio Emilia un uomo di 39 anni con l’accusa di tentato furto e una donna di 20 anni per favoreggiamento personale, entrambi residenti nel reggiano. Gli accertamenti relativi al procedimento, in fase di indagini preliminari, proseguiranno per i consueti approfondimenti investigativi al fine delle valutazioni e determinazioni inerenti all’esercizio dell’azione penale.

Le indagini dei carabinieri di Montecchio Emilia proseguono per carcere di risalire al complice che guidava l’auto a bordo del quale l’odierno denunciato è fuggito.