Scalabrini e Bedogni e Campionessa - Fiera Bue Grasso Mostra nazionale bovini razza reggiana - Cavriago (RE)
Scalabrini e Bedogni e Campionessa – Fiera Bue Grasso Mostra nazionale bovini razza reggiana – Cavriago (RE)

CAVRIAGO (Reggio Emilia) – Oltre mille persone dopo la mattina pasquale hanno scelto di conoscere la razza bovina reggiana alla Fiera del Bue Grasso che ha sfidato il maltempo. È accaduto a Cavriago dove è andata in scena la 23° mostra nazionale bovini di Razza Reggiana nell’ambito del progetto “Dual Breeding Fase 2” approvato dal Ministero dell’Agricoltura, della sovranità alimentare e delle foreste.

“Di fatto questa mostra – ha commentato Ugo Franceschini, presidente dell’Anaborare (Associazione nazionale allevatori bovini razza reggiana) che ha organizzato l’evento assieme al comune di Cavriago – è oggi di valore nazionale per la razza bovina reggiana (allevata in prevalenza a Reggio Emilia, ma anche Parma e altre regioni italiane) e di riferimento per le esposizioni zootecniche reggiane ora che sono venute meno altre iniziative a tema.”

Fiera Bue Grasso Mostra nazionale bovini razza reggiana - Cavriago (RE)
Istituto Zanelli giuria e studenti con Carlo Scalabrini e Gabriele Arlotti – Fiera Bue Grasso Mostra nazionale bovini razza reggiana – Cavriago (RE)

“Attraverso questo evento abbiamo dato merito ad allevatori che credono con caparbietà a questi animali – ha osservato il sindaco di Cavriago, Francesca Bedogni – e il nostro comune è orgoglioso di potere ospitare questa razza che ha dato i natali al Parmigiano Reggiano”. Parole che hanno trovato eco in quelle del vicesindaco Matteo Franzoni per il quale: “questo è l’appuntamento più tradizionale di Cavriago per riconoscere le nostre origini e per dare continuità alle tradizioni, condividendo con gli allevatori l’obiettivo di garantire uno sviluppo equilibrato del paese”.

Con Romolo Granata, esperto di razza, coadiuvato da Elia Nasi e Mario Valcavi, sono stati assegnati i vari premi in una giornata condotta da Gabriele Arlotti, presidente del Consorzio Conva, in una applauditissima sfilata introdotta dall’Inno d’Italia eseguito dagli Ottoni Matildici.
Campionessa della mostra e miglior mammella è risultata Varia, una bovina nata a novembre 2016, della Fattoria Canada di Sassi Giovanni e Sassi Paolo, un’azienda agricola con sede a Cadelbosco Sopra, forte di 80 bovini in stalla e oggi giunta alla terza generazione di allevatori.

  • Fiera Bue Grasso Mostra nazionale bovini razza reggiana - Cavriago (RE)
  • Fiera del Bue Grasso - Mostra nazionale bovini razza reggiana - Cavriago (RE)
  • Fiera del Bue Grasso - Mostra nazionale bovini razza reggiana - Cavriago (RE)
  • Fiera del Bue Grasso - Mostra nazionale bovini razza reggiana - Cavriago (RE)
  • Fiera del Bue Grasso - Mostra nazionale bovini razza reggiana - Cavriago (RE)
  • Asia Ferretti e Jessica Maranzani - Fiera del Bue Grasso - Mostra nazionale bovini razza reggiana - Cavriago (RE)
  • Fiera del Bue Grasso - Mostra nazionale bovini razza reggiana - Cavriago (RE)

“Rendiamo anche il giusto riconoscimento a uno zootecnico illustre come Mario Guardasoni – ha spiegato Massimo Bonacini, direttore di Anaborare – con un premio a lui dedicato, con sponsor Emilbanca, il cui obiettivo è individuare la bovina con migliori doti di rusticità”. E in una giuria per l’occasione formata dagli studenti dell’istituto superiore “Zanelli”- presente anche la preside Maria Grazia Braglia -, guidati dal professor Carlo Scalabrini, è risultata vincitrice del quarto premio nazionale “Mario Guardasoni” la bovina Barbye, nata ad aprile 2020, de Il Borgo delle Vacche Rosse, azienda condotta dalla giovanissima Asia Ferretti a Vezzano sul Crostolo.

Vincitrici di premi e in gara anche le aziende Del Gigante di Daniele Valcavi (Baiso), Davoli di Davoli e Montanari (Cavriago), Azienda agricola Baiocchi Andrea (Gattatico). Tra le tante novità di questa edizione il grande stupore, per grandi e piccini, la presenza di una vitellina e il potere assistere alle operazioni di mungitura effettuate dagli agricoltori Daniele (che ha anche spiegato nel ring il perché allevare questi animali), Asia, Serena e Paolo. Gli animali sono stati alimentati con foraggi dei prati stabili irrigui di Cavriago. Nel corso della giornata sono stati anche assegnate da Ugo Franceschini e Francesca Bedogni due menzioni speciali: a Vittorio Fontana “allevatore che ha permesso con i suoi tori, negli anni Cinquanta e Sessanta, di dare un forte contributo alla valorizzazione a salvaguardia della razza Reggiana a Casalino di Rossena” e a ricordo di Maria Eva Ramolini, la signora di Casalino di Rossena che parlava alle Vacche Rosse e faceva con il loro latte ‘il furmaìn'”.

I PREMI DI CATEGORIA

Manze manzette da 10 a 18 mesi: 1° Mia di Azienda agricola Del Gigante di Daniele Valcavi; 2° Milli della medesima azienda.
Manze da 18 a 28 mesi: 1° Montru Lilla di Az. Agricola Davoli di Davoli e Montanari; 2° Brigitte Bordeaux di Tenuta agricola il Falco di Asia Ferretti
Vacche fino a 36 mesi: 1° Manrico Miscosa di Fattoria Canada di Sassi Giovanni e Sassi Paolo; 2° Venus di Azienda agricola Del Gigante di Daniele Valcavi.
Vacche fino a 5 anni: 1° Atena di Fattoria Canada di Sassi Giovanni e Sassi Paolo; 2° Barbye di Il Borgo delle Vacche Rosse di Asia Ferretti.
Vacche oltre i 5 anni: 1° Varia di Fattoria Canada di Sassi Giovanni e Sassi Paolo; 2° Enrico Maila di Azienda Agricola Biocchi Andrea.

PREMI ASSOLUTI

Campionessa della mostra: Varia di Fattoria Canada di Sassi Giovanni e Sassi Paolo
Miglior Mammella: Varia di Fattoria Canada di Sassi Giovanni e Sassi Paolo
4° Premio nazionale “Mario Guardasoni”: Barbye di Il Borgo delle Vacche Rosse di Asia Ferretti.