GUASTALLA (Reggio Emilia) – Anche domenica 21 aprile a Guastalla con Georgica è in programma una giornata ricca di appuntamenti, incontri e approfondimenti. Duetta Magnani torna con i suoi laboratori dedicati ai più piccoli: Emozioni dipinte del Fiume Po (dalle 10 alle 12), Viaggio immaginario sulle rive del grande fiumeuna partenza non reale ma raccontata e fatta vivere grazie alla raccolta dei sassolini, dei rametti e di altre espressioni della natura vegetale (dalle 12 alle 13), Fiabe e pittura, che celebra lo speciale connubio tra il mondo delle fiabe e quello della pittura per bambini (dalle 15 alle 17), o ancora Creta, mosaici e materiali naturali (dalle 17 alle 19).  Domenica 21 aprile è in programma anche Lutka, lo spettacolo di burattini del Teatrino di carta che da più di vent’anni porta i suoi spettacoli in tutta Italia dai maggiori festival del settore. Il Teatrino di Carta è una compagnia di teatro di burattini fondata nel 1993 da Maurizio Mantani ultimo discendente della Famiglia d’Arte Mantani (dalle 11 alle 12).

Nella giornata di domenica lo spazio Teatro del Vento ospita Mauro Carboni che parla del fenomeno della deforestazione nel mondo (ore 10.30), a cui seguiranno Sara Gandolfi all’organetto diatonico e Marco Fornasari alla ghironda che animeranno la kermesse con le musiche dei Folkin Duo (ore 11.00 e 13.30). Se Fiorello Tagliavini torna al Teatro del Vento per proporre alcuni brani scelti di Kafka, Conrad e Marco Polo (ore 11.30), durante La misteriosa Tibuia la sfoglina Rina Poletti racconta della torta degli ebrei di Finale Emilia (ore 12.30). A seguire si può scoprire di più sulle divinità dei fiumi e dei laghi, raccontate da Fabio Bortesi (ore 13.00) ma anche sul rapporto tra agricoltura e cucina nell’incontro con Andrea Gherpelli dall’antica origine alla moderna devianza del cibo (ore 14.00). È Patrizia Margini a ricordare, a 700 anni dalla sua morte, i viaggi verso il misterioso Oriente di Marco Polo, il più famoso viaggiatore del mondo, con un’esibizione della danza del ventre (ore 14.30), mentre Marco Ruini tratta il fenomeno della rivolta degli agricoltori  di fronte alle richieste della Commissione europea che ha adottato un pacchetto di misure per un uso sostenibile delle principali risorse naturali, approfondendo l’aspetto delle malattie degli agricoltori legate all’inquinamento (ore 15.00).

A qualche settimana dalle celebrazioni della Pasqua, Gianluca Borlenghi e Matteo Pessina preparano e fanno gustare al pubblico la torta di Pesach “Bocca di Dama“, la tradizionale torta ebraica preparata in particolare per la Pesach, la Pasqua ebraica (ore 15.30), mentre Giovanni Fiamminghi ed Elisa Russo  intervengono con SOS(tenibili),  sul tema dell’antropizzazione e la biodiversità nelle zone golenari (ore 16.00); anche l’Atelier Scuola di Danza porta a Guastalla le note di “In Furore Iustissimae Irae” di Antonio Vivaldi (ore 16.30). 

Il fiume Po è una risorsa straordinaria per il turismo, soprattutto oggi che le destinazioni meno note costituiscono una tendenza in grande consolidamento. A Guastalla, in sinergia con gli altri comuni rivieraschi, non si manca di celebrare il fiume Po, in vista di un futuro festival del Grande fiume, nel quadro della nomina, dell’Unesco nel 2019 a Riserva MaB del territorio denominato Po Grande, alle ore 17.00.