QUATTRO CASTELLA (Reggio Emilia) Lo scorso 22 aprile, a seguito di importanti segnalazioni pervenute da alcune mamme, i carabinieri di Quattro Castella hanno predisposto un servizio di controllo finalizzato al monitoraggio di giovani minorenni nel mondo scolastico per prevenire reati connessi allo spaccio di sostanze stupefacenti.

Nello svolgimento del servizio i militari hanno notato un ragazzo che, sceso dall’autobus, si è diretto immediatamente verso un gruppo di ragazzi che lo attendevano. Hanno così deciso di fermare il giovane, identificandolo in un minore di anni 16, che dai successivi controlli è stato trovato in possesso di oltre 100 grammi di sostanza stupefacente del tipo hashish nascosti nei pantaloni.

La successiva perquisizione domiciliare ha permesso ai militari di rinvenire nella sua cameretta altri 30 grammi di sostanza stupefacente del tipo hashish ed un telefono cellulare.

Con l’accusa di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti i carabinieri di Quattro Castella hanno quindi arrestato il 16enne, ristretto presso l’Istituto penale per i minorenni di Bologna a diposizione della Procura presso il Tribunale per i minorenni di Bologna.

Ieri, 24 aprile 2024, il Giudice per le indagini preliminari del Tribunale per i minorenni ha disposto con ordinanza, la misura cautelare della permanenza in casa a carico del minore.