CGIL - Reggio Emilia
CGIL – Reggio Emilia
Festa dei Lavoratori, 1° maggio, Reggio Emilia
Festa dei Lavoratori, 1° maggio, Reggio Emilia

REGGIO EMILIA – “Costruiamo insieme un’Europa di pace, lavoro e giustizia sociale”. È lo slogan scelto da Cgil, Cisl, Uil per celebrare il Primo Maggio, Festa dei lavoratori e delle lavoratrici.
Sarà il Friuli Venezia Giulia, terra di confine, ad ospitare quest’anno la manifestazione nazionale dedicata all’Europa che si svolgerà a Monfalcone. Dopo gli interventi dei delegati delle tre Organizzazioni, i segretari generali, Maurizio Landini, Luigi Sbarra e PierPaolo Bombardieri, concluderanno i comizi. Come da tradizione nel pomeriggio si svolgerà a Roma il Concertone che, per la prima volta, non potrà svolgersi in piazza San Giovanni (per i lavori programmati per il Giubileo) e si trasferirà al Circo Massimo.

A Reggio Emilia le celebrazioni si svolgeranno iniziando con il tradizionale corteo cittadino che alle ore 15:00 prenderà il via partendo dalla Via Emilia, angolo Viale Montegrappa, per arrivare in Piazza Martiri del 7 Luglio dove sarà allestito il palco che ospiterà i comizi dei tre Segretari generali provinciali di CGIL CISL UIL con gli interventi di Cristian Sesena, Segretario generale CGIL Reggio Emilia, Roberto Rinaldi coordinatore UIL Modena e Reggio mentre la chiusura sarà affidata a Rosamaria Papaleo, Segretaria generale CISL Emilia Centrale.

Roberto Rinaldi, Rosamaria Papaleo, Cristian Sesena
da sin. Roberto Rinaldi, Rosamaria Papaleo, Cristian Sesena

Sul palco dalle 17:00 spazio alla musica con il concerto de LO STATO SOCIALE, collettivo bolognese nato nel 2009 con all’attivo diversi dischi e hit di successo.

“Quest’anno guardiamo all’Europa alla vigilia di una tornata elettorale importante come quella che ci attende l’8 e 9 giugno prossimi. Sarà importante che dalle urne si affermi un modello di Unione Europa che guardi alla difesa e allo sviluppo di un articolato e vasto sistema di welfare che rimetta al centro la dignità del lavoro” dichiara Cristian Sesena, Segretario Generale della CGIL di Reggio Emilia.

“Nessuno ha più visione internazionale del movimento sindacale e, per questo, sappiamo bene – spiega Rosamaria Papaleo, Segretaria generale Cisl Emilia Centrale – che Europa significa condividere un destino comune nell’economia, nella difesa, nel sostegno alla crescita omogenea dei diritti e delle opportunità, che si realizzano con una unione fiscale e un grande patto continentale per il lavoro. Nessun’altra generazione dal secondo dopoguerra ha mai avuto questa opportunità e questa responsabilità”.

“Chiediamo alla politica di riconsegnare ai cittadini il sogno europeo, basato sulla centralità della persona, sulla coesione sociale e sulla pace. Il lavoro di qualità deve essere al centro dello sviluppo di tutto il Continente, pertanto ci dichiariamo sin da subito disponibili a lavorare ad uno statuto dei lavoratori europeo” dichiara infine Roberto Rinaldi, Coordinatore UIL di Reggio Emilia.