SCANDIANO (Reggio Emilia) – Lo scorso 20 aprile una donna di 58 anni si è recata in un locale di Scandiano in compagnia della sorella e alcune amiche. Durante la serata la donna si è recata in bagno dove poco dopo è stata raggiunta da una sua conoscente, di 50 anni, che senza alcun motivo, l’ha aggredita prendendola a pugni sul corpo e alla testa e minacciandola con frasi tipo “smettila di parlare in giro di me”.

Successivamente la vittima e le amiche si sono spostate nell’area bar nel locale dove sono state raggiunte dalla 50enne che sembrava voler continuare la discussione, ma il gruppo di donne ha lasciato il locale per accompagnare al pronto soccorso per le cure del caso la vittima, giudicata dai sanitari guaribile in 5 giorni. Il giorno dopo la donna si è recata alla caserma dei carabinieri di Scandiano per formalizzare denuncia raccontando l’accaduto e precisando che molti clienti del locale avevano assistito alla scena.

Grazie alle dichiarazioni dei testimoni i carabinieri di Scandiano sono riusciti a risalire alla presunta colpevole. Per questi motivi con l’accusa di lesioni personali è stata denunciata una donna di 50 anni. Gli accertamenti relativi al procedimento, in fase di indagini preliminari, proseguiranno per i consueti approfondimenti investigativi al fine delle valutazioni e determinazioni inerenti all’esercizio dell’azione penale.