REGGIO EMILIA – Da giugno 2024 l’Unità Operativa di Medicina dello Sport e Prevenzione Cardiovascolare – Centro Provinciale di Medicina dello Sport – si trasferisce dall’attuale sede di via M. Melato 2/q in via Brigata Reggio 24/1 (zona Meridiana, Direzionale Kennedy lato Parco Comunale “Il Carrozzone”) dove sono già operativi altri Servizi AUSL come la Casa della Comunità Ovest.

Questo cambiamento consentirà di aumentare le prestazioni offerte alla cittadinanza: oltre alle visite d’idoneità sportiva agonistica gratuite per gli atleti minorenni e per quelli maggiorenni con disabilità e alle visite in regime di Libera Professione per i soggetti maggiorenni, si potrà infatti, offrire in modo più strutturato una serie di progettualità a oggi attive, ma non espresse appieno. Nella nuova sede sarà presente un’area dedicata alla stimolazione/progettazione motoria dove saranno svolti diversi progetti tesi a migliorare lo stile di vita e a contrastare le malattie non trasmissibili (obesità, diabete, dislipidemie, ecc).

In particolare il primo focus sarà sul progetto “Trapianto, e adesso…sport” che riguarda soggetti trapiantati o in attesa di trapianto di organo solido, sul progetto “Bambino Obeso”, sul percorso “RI-SPO-STA” per i soggetti con neoplasia sia pre che post intervento in collaborazione con l’Ambulatorio MO-RE, Movement and Rehabilitation, della Medicina Fisica e Riabilitativa del Santa Maria Nuova. Si riprenderanno inoltre le consulenze interne per la valutazione di proposte di inserimento in percorsi di attività fisica con le Unità Operative di Riabilitazione Respiratoria, Neuroriabilitazione, Riabilitazione Ortopedica Ospedale San Sebastiano di Correggio.

Saranno ovviamente mantenuti in essere: la partecipazione con gli Enti del Terzo settore per l’inclusione della disabilità con l’ambulatorio dedicato Sa.Di.Sport – Salute Disabilità e Sport – che avrà spazi ed attrezzature migliorati, la partecipazione a “Tieni in forma il tuo Cuore” iniziativa della Regione Emilia-Romagna con le Ausl, la partecipazione al Gruppo di Lavoro “Ospedali e Territorio Senza Fumo”, l’organizzazione e partecipazione al “Festival della Salute” del Dipartimento Sanità Pubblica, oltreché il patrocinio e il sostegno a spazi pubblici che favoriscano movimento e salute (ad es. palestre sotto il cielo) e l’impegno alla diffusione sul territorio di Gruppi di Cammino e altre occasioni di attività motoria a libero accesso, puntando all’aggiornamento e al rafforzamento della Rete delle Palestre per la Salute e Rete dello sport per la salute.