VENTASSO (Reggio Emilia) – Nasce a Ramiseto la “Comunità Energetica Rinnovabile del Crinale”, presso la sede di MB Elettronica, in via Salatta 2/1. Si tratta della seconda Comunità Energetica dell’Appennino Reggiano, guidata interamente da importanti aziende CNA. I Soci fondatori sono imprese con sede nel Comune di Ventasso, tra cui Bronzoni Motori Elettrici SrlMB Elettronica SrlDielettrica SrlSan Rocco Società Cooperativa di ComunitàJolly Camping, oltre che CNA Reggio Emilia, la quale, per mezzo della società controllata PMI Energia, svolgerà il ruolo di Referente tecnico e amministrativo della Comunità.  Si tratta del secondo traguardo raggiunto con CNA che, tramite PMI Energia, realizza progetti concreti per contribuire alla transizione energetica dell’area montana.

“Queste unioni rappresentano un passo significativo – sostiene Giorgio LugliPresidente CNA Reggio Emilia – in termini di sostenibilità energetica e rispetto dell’ambiente, con un impatto sociale rilevante. L’obiettivo per il biennio 2024-2025 è quello di installare cinque impianti fotovoltaici presso le aziende associate alla seconda Comunità Energetica (che produrranno circa 350 megawattora all’anno) e otto presso le aziende associate al Caseificio. Questo permetterà non solo di ridurre i consumi energetici delle singole aziende, ma anche di mettere a disposizione le eccedenze energetiche alle Comunità stesse, ottenendo un incentivo economico dai fondi del PNRR”. Il Consiglio di Amministrazione della Comunità Energetica è composto da Massimo Baisi (MB Elettronica) come Presidente, Vittorio Bigoi (San Rocco Società Cooperativa), Simone Vecchi (Dielettrica) e Federica Ercoli (PMI Energia) come Vicepresidenti. L’Associazione ha sede legale presso l’ufficio territoriale CNA di Ramiseto in Via G. Notari, 6.

CNA Reggio Emilia, insieme al Caseificio di Cavola e Toano e Confcooperative Terre d’Emilia, è anche fondatrice della prima Comunità Energetica dell’Appennino Reggiano, l’unica in Italia a guida agricola. Il Consiglio di amministrazione è composto dal presidente del Caseificio di Cavola, Fulvio Fioroni, da Federico Pollastri di CNA Reggio Emilia (PMI Energia) e da Fabio Guglielmi di Confcooperative Terre d’Emilia.