GUASTALLA (Reggio Emilia) – Oggi, sabato 25 maggio, alle ore 17, apre presso l’ex Chiesa di S. Francesco a Guastalla la mostra fotografica “La natura ama nascondersi” del Circolo Fotografico Maldotti, nell’ambito di “Fotografia Europea 2024” – sezione OFF.

Come negli anni precedenti, anche il Circolo Fotografico Maldotti ha voluto dare il suo contributo con fotografie in bianco e nero dei propri soci. Saranno esposti i suggestivi scatti di Andrea Artoni, Paolo Bocceda, Amanda Cavaletti, Lino De Marinis, Enrico Franchi, Fausto Franzosi, Roberto Lanari, Giulia Motta e Giorgio Pelli.

Il tema della diciannovesima manifestazione di Fotografia Europea e della mostra di Guastalla trae spunto da una affermazione del filosofo greco Eraclito, secondo cui la natura non si rivela immediatamente ma si cela dietro le apparenze, e gli uomini hanno sempre cercato di svelarne i segreti con curiosità e timore reverenziale.

Ogni autore ha cercato, dal proprio punta di vista, di documentare e concentrarsi sull’occultamento e sulla scoperta della natura, che rivela la sua potenza in modi talvolta distruttivi e talvolta delicati, e con un’attenzione particolare alla sostenibilità e all’emergenza climatica.

La mostra sarà visitabile a Guastalla nei giorni di sabato e domenica fino al 2 giugno 2024, dalle ore 10.00 alle 12.00 e dalle ore 17.00 alle 19.00.