REGGIO EMILIA – Sono arrivati dalla Francia i diplomi di Baccalauréat per le studentesse di indirizzo Fashion design della classe VA, corso Esabac, dello scorso anno scolastico, del liceo artistico Gaetano Chierici, il solo artistico che ha un indirizzo EsaBac e rilascia un doppio diploma: quello di Sato Italiano e il Bac francese. La cerimonia si è svolta a Palazzo Scarruffi, in città, alla presenza di Rachel Caruhel, console generale aggiunto consolato Francia a Milano e, fra gli altri, di Antonio Cenini, presidente delle scuole europee e dirigente dello Stato italiano per le politiche europee.

Per l’occasione è stata realizzata la sfilata conclusiva upcycling del progetto “Ecodesign Erasmus”, preziosi abiti e gioelli realizzati da studentesse e studenti della scuola in relazione con coetanei europei, col sostegno di aziende ed istituzioni. “Ogni giorno ci ricorda quanto sia prezioso, ma anche  fragile l’Europa, quanto sia importante preservarla nel suo spirito, nella sua bellezza ed è proprio il senso del progetto Erasmus ecodesign e del corso EsaBac, ha detto Rachel Caruhel, complimentandosi con i ragazzi”. Il dirigente Daniele Corzani ha spiegato afferma che il Chierici ha una dimensione internazionale, ha colto l’opportunità del progetto Erasmus+, portando la sfilata, quest’anno, a Lione, a Firenze e a Reggio, da cui la scuola è partita con attività di ricerca, il supporto di aziende del territorio e nel quale si conclude l’esperienza, consegnandone l’esito all’imprenditoria e alle istituzioni locali.

Luca Catellani, consigliere delegato/ Trasformazione digitale, educazione, formazione, Unindustria, ha ribadito la volontà di mettersi a disposizione per la scuola, eccellenza del sistema  formativo reggiano. A lui nel plauso per l’alto valore dell’esperienza si uniscono: Francesco Tumbiolo (vice segretario generale Camera Commercio Emilia), Guido Gasparini (presidente Confartigianato Reggio), Denis Bedeschi (responsabile settore Moda/Unindustria/partner progetto).

 “Erasmus cambia la vita, la sostenibilità è una necessità: 100 nostri studenti hanno fatto un’esperienza indelebile, a scuola e confrontandosi e imparando in contesti europei, ha concluso Paola Panciroli, coordinatrice del progetto”. E’ seguita la proiezione del video del progetto Ecodesign Erasmus realizzato dall’indirizzo audiovisivo multimediale, in particolare, dalla studentessa Alessia Peluso. Sabine Catellani (referente Esabac), insieme alla console ha consegnato i diplomi, a cui è seguita la sfilata di capi e gioielli upcycling coordinata dalle docenti Marilena Soncini, Isabella Bigliardi e Laura Mascolo. Hanno conseguito il diploma EsaBac: Mikela Alfano,Ilaria Ferrari,Albona Rrafshi,Alice Taroni,Giorgia Barbacini, Alice Calzolari, Francesca Baschieri, Aurora Droghetti, Beatrice Tosi, Heng Vy Ghirelli,Valentina Errani,Veronica Fantini,  Eleonora Davoli, Giulia Beltrami, Sara Frammosa,Sara Brigati, Giulia Pedrotti, Samuela Cattolico.