Walvoil dona strumento a istituto Nobili
Foto di gruppo Istituto Nobili e rappresentati Walvoil

REGGIO EMILIA – Si è tenuta mercoledì 29 maggio al mattino, alla presenza di Fabio Marasi, Presidente e CEO di Walvoil, Cristina Strozzi, Direttore Affari Generali, Alessandra Sidoli, Responsabile Selezione e Formazione, Stefano Sciapichetti, Responsabile Metrologia, Gabriele Bulgarelli, Responsabile Qualità e Ufficio Legale dell’azienda, della Preside Elena Guidi, del Prof. Giovanni Scirè Mammano, del Prof. Paolo Chierici, e della classe 5° B Meccatronica dell’IIS Nobili di Reggio Emilia, il momento ufficiale della consegna della strumentazione ad ultrasuoni donata da Walvoil. Momento ufficiale che ha visto il saluto e ringraziamento della Preside, diversi interventi da parte dell’azienda e, a conclusione, un momento sperimentale.

L’attrezzatura donata all’istituto tecnico è un moderno sistema portatile per il controllo non distruttivo ad ultrasuoni. Questa tecnologia è particolarmente utile ed utilizzata per il controllo qualità di saldature, lamiere, prodotti siderurgici, particolari fucinati o stampati, getti di fusione, materiali compositi, monitoraggio di difetti dovuti all’esercizio di componenti soggetti a fatica meccanica, misurazione di spessori. E’ un’applicazione ingegneristica del fenomeno dell’eco che tutti conosciamo.

Strumento donato da Walvoil
Il sistema portatile a ultrasuoni donato da Walvoil

Grazie a questa donazione, gli studenti dell’IIS Nobili dell’indirizzo tecnico ‘Meccatronica’ possono sperimentare questa tecnologia che, basandosi sull’interpretazione di tracciati di onde assorbite e riflesse, necessita di notevole esperienza. Inoltre, l’utilizzo del Masterscan ha anche ricadute didattiche indirette su altri argomenti, come ad esempio le saldature, i processi produttivi fusori, il controllo qualità, la metrologia. Quando possibile, gli argomenti trattati dal punto di vista teorico in tutte le materie di indirizzo vengono integrati mediante attività laboratoriali appositamente progettate dai docenti per permettere agli studenti di consolidare i punti essenziali delle tecnologie e conoscere i risvolti pratici e le difficoltà applicative intrinseche in ogni attività reale.

“Il Consiglio di Istituto, gli studenti e i docenti del Nobili – ha affermato la Preside Elena Guidi – ringraziano Walvoil per il dispositivo donato, che potenzia la conoscenza dei materiali e delle tecniche di lavorazione in una modalità fruibile, interattiva e didattica; per l’opportunità di lavorare e confrontarsi direttamente con esperti del mondo del lavoro in un processo operativo; per il dialogo sempre vivo, aperto e focalizzato su obiettivi concreti. La tecnologia ha il potere di cambiare profondamente la vita dell’uomo: educare i giovani a governare questi processi è una priorità per il nostro territorio e per l’intero sistema paese”.

Fabio Marasi ed il team Walvoil presente all’IIS Nobili hanno ribadito l’attitudine e l’impegno dell’azienda ad investire sui giovani e sulla loro formazione, sia attraverso personale interno disponibile a tenere docenze su temi o attività tecniche specifiche, che ad ospitare visite, stage e tirocini formativi nell’ottica di una partnership sempre più stretta tra impresa e mondo della scuola. Per concludere, la nuova attrezzatura ora in dotazione dell’IIS Nobili, si inserisce e potenzia una serie di nuove acquisizioni di attrezzature laboratoriali, che nel corso degli ultimi anni hanno riammodernato la dotazione dell’istituto e in particolare del dipartimento di meccanica,