REGGIO EMILIA – Questa mattina, davanti all’edicola di via Farini utilizzata come base per le attività elettorali, Coalizione Civica ha annunciato i nomi che comporranno la giunta di Fabrizio Aguzzoli in caso di vittoria alle elezioni amministrative del Comune di Reggio Emilia in programma sabato 8 e domenica 9 giugno.

“Il gruppo è stato assemblato partendo dai principi che mi hanno guidato in questi anni di lavoro portati avanti assieme a Dario De Lucia, in opposizione in Comune e nella creazione della lista elettorale, una lista rappresentativa, formata da persone interessate alla vita pubblica e alla tutela della comunità. Figlie di esperienze professionali e formative diverse, capaci di mettere in campo tante conoscenze e tante qualità”, commenta Aguzzoli. “Abbiamo individuato persone con capacità e voglia di fare, in grado di mettere a disposizione della collettività i loro percorsi di vita e di lavoro, e non nominati solo per l’appartenenza a un’area politica o per un cognome. Persone in grado di creare un vero cambiamento per Reggio, e questa città ne ha un grande bisogno”.

La giunta Aguzzoli sarà formata da Fabrizio Aguzzoli, sindaco con delega alla sicurezza, un tema quanto mai attuale e prioritario, come riconosciuto in questi giorni anche dagli altri candidati; Giorgio Ficcarelli, assessore alla Città internazionale e centro storico; Federico Scolari a Sport e giovani; Matteo Bartoli a Cultura e partecipazione; Gabriele Rinaldi a Salute e welfare; Maria Antonietta Augenti a Scuola e pari opportunità; Sara Beltrami a Bilancio, bandi e gestione dei progetti PNRR.

A questi nomi si aggiunge quello di Francesco Grasso, 45 anni, gestore del bar inclusivo  “Anma” che si occuperà da delegato della disabilità e inclusione, volto noto in città e già presentato durante la campagna elettorale.

Si tratta quasi interamente di persone candidate come consigliere a fianco di Aguzzoli nella lista di Coalizione Civica. L’unico assessore esterno è uno stimato esperto del settore, Gabriele Rinaldi, ex direttore sanitario e ex direttore generale di importanti realtà sanitarie pubbliche italiane. “Le costanti sono le competenze e la passione per l’impegno per la collettività”.

Aguzzoli è uno stimatissimo chirurgo oncologico oggi in pensione, dopo una carriera quasi interamente trascorsa al Santa Maria Nuova e alcune esperienze in zone di guerra.

Giorgio Ficarelli è il direttore dell’Unità per la Cooperazione alla Commissione Europea a Bruxelles; reggiano, ha vissuto in mezza Europa per seguire i propri incarichi professionali occupandosi di sviluppo economico e sociale, di dialogo interculturale, di cooperazione tra città e regioni. È pronto mettere a disposizione della sua città l’esperienza internazionale guadagnata negli ultimi quarant’anni.

Federico Scolari è un volto e stimato del mondo sportivo reggiano, in particolare per il football americano. Dopo aver giocato a lungo, oggi continua come allenatore e come dirigente sportivo nella squadra cittadina, con cui ha promosso numerosi progetti educativi, inclusivi e di mobilitazione verso l’attività fisica.

Matteo Bartoli è il direttore di una delle più apprezzate e conosciute realtà culturali cittadine, il teatro San Prospero. Il suo percorso di vita lo ha portato verso diverse esperienze professionali prima di concentrarsi sulla passione di sempre, la recitazione. È un profondo conoscitore del tessuto culturale reggiano e delle sue dinamiche.

Gabriele Rinaldi è un direttore sanitario e ex direttore generale,dopo la laurea in Medicina a Modena, diverse specializzazioni accademiche e esperienze dirigenziali nelle aziende ospedaliere di Pesaro, Siena e Ferrara. La sanità pubblica è da sempre il suo mondo.

Maria Antonietta Augenti è una 39enne insegnante ed educatrice di minori con disabilità e fragilità nella cooperazione sociale, specializzata nei Disturbi dello Spettro Autistico, oggi anche dottoranda presso l’Università di Bologna. Ha curato il programma di Coalizione Civica Reggio Emilia.

Sara Beltrami di Roncocesi è diventata una figura conosciuta a livello regionale e non solo grazie al suo impegno sul tema dell’endometriosi, una malattia con cui migliaia di donne devono confrontarsi. È la promotrice di una petizione che ha raccolto migliaia di firme, riuscendo a portare la questione endometriosi al consiglio regionale. Si occupa di finanziamenti europei e di comunicazione, soprattutto in ambito sanitario.