Prefettura Reggio Emilia

REGGIO EMILIA – Condividere e individuare modalità efficaci di intervento in grado di fornire agli operatori del servizio del trasporto pubblico locale del territorio di Reggio Emilia strumenti che consentano la prevenzione dei reati e il controllo dell’incolumità pubblica, del personale e degli utenti: questo l’obiettivo della riunione tenutasi questa mattina nel palazzo del governo, convocata dal prefetto Maria Rita Cocciufa.

Vi hanno preso parte, oltre ai rappresenti dell’Amministrazione comunale, il presidente di SETA, dr. Alberto Cirelli, l’amministratore unico di AGENZIA mobilità Reggio Emilia, dr. Stefano Riva, e i rappresentanti delle sigle sindacali FILT CGIL, FIT CISL, UILTRASPORTI, FAISA CISAL.

La riunione odierna ha consentito il confronto tra le parti e l’individuazione di iniziative volte a implementare le condizioni di sicurezza sugli autobus e garantire al personale di SETA un utilizzo consapevole dei sistemi di videosorveglianza presenti a bordo di tutti i mezzi.

A tale proposito, si è concordato di attivare appositi percorsi formativi dedicati al personale che opera a bordo e ciclicamente sarà stilato un elenco delle tratte urbane che registrano maggiori criticità in termini di episodi di disordine e/o violenza a bordo.

Presso la Prefettura, inoltre, si riunirà periodicamente un tavolo che consentirà di monitorare l’andamento di detti percorsi formativi e garantire un confronto costante tra le parti.

Il Prefetto ha fatto presente che la problematica della sicurezza a bordo dei mezzi pubblici e nelle aree di sosta sarà oggetto di una apposita riunione del comitato provinciale per l’ordine e la sicurezza pubblica che si terrà nei prossimi giorni.