REGGIO EMILIA – Solo poche settimane fa l’inaugurazione del Grattacielo di Reggio Emilia, dopo il corposo intervento di riqualificazione durato due anni. Eppure, a pochi metri dallo storico edificio, rimesso a nuovo grazie a un importante restyling, non accenna a migliorare la situazione di degrado che interessa le zone limitrofe. Sotto a un cespuglio in Piazza Tricolore, ai piedi del Grattacielo, un senzatetto ha pensato di ricavare un giaciglio di fortuna. Tra il pomeriggio di ieri e la notte l’occupazione si è allargata con oltre a qualche coperta e scatolone, sono stati portati accessori, indumenti, un materasso e questa mattina anche una bombola gas che a quanto risulta sarebbe è stata utilizzata questa mattina per cucinare.

La segnalazione arriva da un residente della zona, esasperato: “Nonostante le continue denunce da parte dei condomini per segnalare il degrado della zona, la totale assenza di luci e di telecamere e l’assenza di controllo del territorio da parte delle forze dell’ordine, continuano gli episodi di incuria e abbandono con persone allo sbando e senza fissa dimora che bivaccano ormai ovunque”.

Il grande cespuglio è stato occupato ieri pomeriggio, ma solo questa mattina, grazie all’intervento di una persona che passava di lì casualmente, è stata notata la presenza della bombola gas che poteva mettere in pericolo la zona.

“La segnalazione del senzatetto era stata fatta anche dai gestori del bar del Grattacielo ai carabinieri, ma non sono intervenuti – continua il residente – Alla notizia della presenza di una bombola però, la polizia municipale ha mandato immediatamente una pattuglia. Non sono riusciti a identificare il soggetto ma hanno quantomeno fatto sgombrare l’area”.